LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Marghera, Torre Cardin. Una "citt" di 65 piani con teatri, cinema e bosco
e.t.
Il Gazzettino - Venezia 10/11/2012

Fino al 25 novembre aperta alla pagoda" di Marghera la mostra su un'operazione che vale tre miliardi di euro

Provocazione ci che disturba, e bisogna avere il coraggio di farla aveva detto Pierre Cardin a fine agosto inaugurando la mostra dedicata alla sua torre dal titolo "Il Palais Lumire di Pierre Cardin a Venezia: una scultura abitabile", mostra che ancora aperta a Marghera fino a domenica 25 novembre, ospitata nell'ex capannone industriale restaurato che sarebbe dovuto diventare la Citt della musica, in via delle Industrie, tra il Vega e le fabbriche defunte della zona industriale, e che il gruppo di Cardin ha acquistato da Marinese (apertura dal luned alla domenica, ore 10-18, ingresso libero). Video, foto giganti e installazioni, che sono diventate anche evento collaterale della Biennale Architettura, accolgono il visitatore e gli illustrano il progetto da 3 miliardi di euro, uno dei quali destinato alla bonifica del sottosuolo e delle acque, e alla nuova viabilit che avr il compito di ricucire la frattura tra Marghera, Mestre e Venezia, con tanto di nuova linea del tram e piastra sopraelevata che collegher il Palais con Mestre superando la ferrovia. La torre sar alta 255 metri (cos alta per controbilanciare i costi altissimi di realizzazione) e in realt sar composta da tre torri unite da sei dischi con edifici pi piccoli attorno: dentro 65 piani abitabili, con appartamenti, alberghi, ristoranti, attivit direzionali e commerciali, servizi, poli di ricerca applicata, centro congressi e di istruzione superiore (l'universit della moda), teatri, 10 cinema; fuori impianti sportivi, 44 mila metri quadrati di giardini pensili, un bosco. Gli appartamenti, per chi vorr, saranno consegnati gi arredati con i mobili che sono stati espressamente disegnati per la Torre dallo stilista e da Rodrigo Basilicati che ha curato anche l'ingenerizzazione del progetto e la mostra. Saranno 1500 appartamenti di lusso per i ricchi del mondo, in vendita a circa 2 milioni di euro l'uno, e Cardin si detto sicuro di venderli, nonostante la crisi: Dieci acquirenti per ognuno dei 150 Stati del mondo non poi molto per comprarsi un sogno con vista su IL PROGETTO Tre grattacieli uniti da sei dischi con edifici pi piccoli attorno: dentro 65 piani appartamenti, ristoranti, attivit direzionali e commerciali, centro congressi e universit Venezia. Pierre Cardin, che ha deciso di realizzare quest'opera a novant'anni suonati, convinto che illuminer il buio che circonda Venezia riferendosi alla decadenza della zona industriale, e insiste sul valore sociale, oltre che economico del suo Palais, dato che durante le fasi costruttive dovrebbe occupare circa 5 mila persone, e a regime, per gestire albergo, ristoranti, centro sportivo e tutti gli altri servizi, ne serviranno almeno altrettante.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news