LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PISA - Navi romane, a gennaio riparte lo scavo
SABATO, 01 DICEMBRE 2012 IL TIRRENO




Conclusa la gara dappalto per un valore di un milione e mezzo di euro, i lavori sono fermi da due anni e mezzo




di Carlo Venturini wPISA Chiusa la procedura per lassegnazione degli scavi delle navi romane (o, come pi correttamente si dice, navi antiche di Pisa). A gennaio si torna a scavare per dare nuova linfa ai reperti archeologici che andranno al Museo delle navi romane. A febbraio, altra novit, larea degli scavi nei pressi della stazione di Pisa-San Rossore, torner ad essere vistabile dai turisti e dagli appassionati di archeologia. Il cantiere delle navi era fermo da ben due anni e mezzo. La notizia della chiusura della gara per 1,5 milioni di euro la fornisce il direttore del cantiere Andrea Camilli che precisa: Tra una settimana circa sapremo il nome della ditta che si aggiudicato questo decisivo ed ultimo appalto che fondamentale per andare ad alimentare il nascituro museo. Dal momento dellinizio di questa ultima tranche di lavori, ci vorranno due anni per mettere la parola fine allattivit di scavo. La ditta che si aggiudicata i lavori dovr mettere in sicurezza il cratere dove si sta scavando, dovr riaprire un percorso di visita per i visitatori e, cosa ben pi importante, dovr procedere al restauro delle navi e delle barche mancanti, oltrech recuperare altri ed eventuali piccoli reperti archeologici. In particolar modo spiega Camilli dovranno essere recuperate le imbarcazioni A, I e D.

La barca A stato il primo relitto rinvenuto nello scavo: proprio per questo, met di esso risulta ancora da indagare, perch collocato fuori dalle originarie delimitazioni dall'area del cantiere. La nave di medie dimensioni, ma ha dato tante soddisfazioni per i reperti restituiti molti dei quali integri, tutti sicuramente pertinenti all'imbarcazione, che permettono una datazione al II secolo dopo Cristo.

La barca I invece lunga circa 12 metri e larga due metri e mezzo ed era generalmente usata per lo sfruttamento di risorse locali come la sabbia ed il trasporto di pesce. Limbarcazione D invece un grosso barcone lungo 14 metri. Si tratta di una grande imbarcazione lunga 14 metri e larga 6 ed il pi tardo dei relitti scoperti. Le caratteristiche strutturali dello scafo indicano una funzione collegata al trasporto fluviale di elementi voluminosi e pesanti, come potevano essere legname o pietre. La posizione stratigrafica dell'imbarcazione conferma, per questa imbarcazione, una datazione collocabile tra la fine del VI ed il VII secolo d.C.

Il cantiere era fermo da diversi anni e le piogge di questi giorni potevano far pensare al peggio.

Gi una volta il cantiere si allag per problemi alle pompe. Siamo stati fortunati, il cantiere ha retto, non si allagato, dice Camilli che con il suo cantiere ha praticamente un rapporto filiale. Pi volte non si sottratto dal lanciare dure critiche al fatto che gli archeologi erano costretti a lavorare con mezzi e risorse di fortuna. La spending review spiega il direttore - questa volta non ci ha toccati ed i soldi per completare lo scavo finalmente ci sono.

Dalla gara di appalto rimane escluso il completamento dei lavori per la nave Alkedo (lunga 14 metri) e la piroga. Per queste due imbarcazioni sar necessario fare una nuova gara di appalto, conclude Camilli. Calendario alla mano, il Museo delle navi romane dovrebbe prendere definitivamente il largo nel 2014 (come previsto), grazie ai lavori che sono ripresi allo scavo.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news