LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Appello dell'Osservatorio per i Beni Culturali in Area di Crisi

Gent.mi Amici,

la prossima settimana invier allAutorit Palestinese, al Governo di Israele, al Segretario Generale dellUNESCO ed ai Governi degli Stati ratificanti la Convenzione de LAja del 1954 (lItalia fra questi) lappello che Vi allego di seguito.

Prego quanti fossero sensibili alle problematiche connesse alla salvaguardia del patrimonio culturale della Terra Santa di aderire allAppello (inviando una e-mail, entro il 7-8 marzo, allindirizzo di posta elettronica isform@libero.it oppure osservatoriobc@tin.it) e di divulgarlo.

Grato per la collaborazione Vi saluto cordialmente.

Fabio Maniscalco


TESTO DELL'APPELLO

To the President of the Palestinian Authority, H.E. Mahmoud ABBAS

To the Palestinian Ministry of Tourism and Antiquities, H.E. Mitri ABU AITA

To the President of Israel, H.E. Moshe KATZAV

To the Prime Minister of Israel, H.E. Ariel SHARON

To the General Secretary of UNESCO

To the Heads of Government Parties to The Hague Convention of 1954



Copy to: U.N. General Secretary









Appello

(traduzione italiana)



Il sottoscritto Fabio Maniscalco, in qualit di direttore dellInternational Observatory for the Protection of Cultural Heritage in Areas of Crisis ed a nome di quanti vorranno aderire al seguente appello,



Premesso che

- a seguito dei molteplici conflitti armati dello scorso secolo, dopo un travagliato e talvolta contraddittorio iter, la Comunit Internazionale ha individuato alcuni strumenti giuridici finalizzati alla salvaguardia del patrimonio culturale nelle aree a rischio bellico. Ci si riferisce, nello specifico, alla Convenzione de LAja del 1954 ed ai due Protocolli del 1954 e del 1999;

- la Convenzione de LAja del 54 a tuttoggi il principale strumento normativo multilaterale, dedicato alla protezione dei beni culturali in tempo di guerra;

- i principi della Convenzione de LAja del 54 continuano ad essere disattesi;

- dalla fine della Seconda Guerra Mondiale si sono susseguiti oltre 100 conflitti, internazionali, misti e interni, che hanno prodotto la dissoluzione di una notevole quantit di beni culturali. Una dissoluzione che, in parte, dipende dalla mancanza, nellordinamento giuridico internazionale, di un Organo, con un ruolo codificato dal diritto internazionale, in grado di promuovere, far approvare, diffondere e applicare norme cogenti e con caratteristiche di generalit e di universalit e dallassenza, nelle Convenzioni vigenti, di prescrizioni esplicite relative alle responsabilit penali individuali ed alle sanzioni da infliggere agli Stati inadempienti;

- nella Premessa della Convenzione de LAja del 54, gli Stati ratificanti riconoscono che i danni arrecati ai beni culturali, a qualsiasi popolo essi appartengano, costituiscono danno al patrimonio culturale dellumanit intera, poich ogni popolo contribuisce alla cultura mondiale e che la conservazione del patrimonio culturale ha grande importanza per tutti i popoli del mondo e che interessa assicurarne la protezione internazionale;

- affinch il diritto internazionale abbia un concreto valore per la salvaguardia del patrimonio culturale nelle aree a rischio bellico, sarebbe necessaria la ratifica dei trattati vigenti da parte del maggior numero possibile di Stati (soprattutto di quelli coinvolti o impegnati in conflitti armati);

- nel corso della lunga ed interminabile crisi in Medio Oriente molti beni culturali e cultuali, delle contrapposte fazioni, sono stati distrutti, danneggiati o trafugati;

- la Palestina non riconosciuta come Stato e, quindi, non pu ratificare trattati;

- bench lo Stato di Israele, nel 1957, abbia ratificato la Convenzione de LAja del 1954, non tenuto a rispettarne le norme dal momento che lAutorit Palestinese non ha ratificato la Convenzione stessa.



Chiede allAutorit Palestinese

- di sensibilizzare lopinione pubblica locale in merito al rispetto della propria e dellaltrui identit storica e culturale e di adottare ogni provvedimento utile per tutelare lintero patrimonio culturale, mobile ed immobile, materiale ed immateriale, della Palestina;

- di promulgare norme nazionali, in materia di tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale, pi idonee alle rinnovate esigenze della Palestina;

- di presentare unistanza allUNESCO al fine di ottenere una autorizzazione a ratificare la Convenzione de LAja del 1954 ed i suoi Protocolli Addizionali del 1954 e del 1999.



Chiede al Governo di Israele

- di sensibilizzare lopinione pubblica e le Forze Armate dello Stato di Israele in merito al rispetto della propria e dellaltrui identit storica e culturale e di adoperare ogni misura utile ad attuare i principi della Convenzione de LAja del 1954, sia nei propri territori, sia nei territori palestinesi.

- di appoggiare, presso lUNESCO, leventuale richiesta presentata dallAutorit Palestinese di ratificare la Convenzione de LAja del 1954.



Chiede allUnesco ed ai Governi degli Stati

Ratificanti la Convenzione de LAja del 1954

- Qualora lAutorit Palestinese presentasse listanza di ratifica della Convenzione de LAja del 1954, di accoglierla e di favorirne limplementazione nei territori palestinesi




news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news