LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BOLOGNA - Di Francesco: Con la giungla di regole penalizzato anche il lavoro dei funzionari
IL SOLE 24ore 14 gennaio 2013

Le leggi di settore si sovrappongono e incrociano male: spesso ci dobbiamo rivolgere all' Avvocatura di Stato per una corretta interpretazione. Quando si parla di conservazione ai progettisti chiederei attenzione, quando si confrontano con le preesistenze Con questa giungla di norme si perde di vista la sostanza e la qualit del progetto. Cos Carla Di Francesco, architetto, direttore dei Beni culturali dell'Emilia Romagna, riprende l'intervista rilasciata da Leopoldo Freyrie su Progetti e Concorsi 49-50/2012 sui nodi critici che immobilizzano progettisti, Pa e imprese. I progettisti lamentano che burocrazia, incertezza normativa e sovrapposizione di competenze siano tra i principali elementi che rallentano le procedure, cos? Hanno ragione, in Italia c' una forte suddivisione di ruoli, le norme si sovrappongono e si incastrano male, e ciascun ente ha parametri propri di valutazione. Anche le Pa soffrono la giungla di norme? Assolutamente, non un problema solo dei progettisti: lavorare per compartimenti stagni, con regole settoriali limitante. Secondo lei, perch spesso le Pa non danno seguito alle gare che aggiudicano? Quando accade, si registra uno scollamento tra input politici e tecnici. Ma ci sono anche progetti che non vengono sviluppati in modo coerente con le aspettative al punto da essere validati per l'appalto. O ancora, in Italia, soprattutto a livello locale, spesso con il cambio di Giunta si abbandonano progetti gi avviati. Prevedere sanzioni per le Pa inadempienti, potrebbe essere utile? Oggi le responsabilit sui lavori pubblici sono elevatissime per i Rup che devono vali-dare i progetti. I tranelli sono infiniti: la legge complessa e le responsabilit sono precise. La conferenza dei servizi un nodo critico? Non una perdita di tempo dal momento che si possono avere riuniti tutti gli interlocutori in un unico momento, forse da evitare per progetti minori. Un'azione migliorativa quale potrebbe essere? La modulistica unica e la digitalizzazione delle Pa. Non possibile che un professionista che vuole lavorare in un paese diverso dal proprio si debba appoggiare ad un locale per conoscere i regolamenti. Quando si paria di conservazione, i progettisti scaricano le responsabilit su lentezze e veti delle Soprintendenze, qual il problema reale? Il restauro rientra nella grande famiglia della progettazione ma le tecniche della conservazione e del progetto attento alla preesistenza non sono patrimonio di tutti gli architetti. Ai progettisti chiederei di rispettare il tema senza applicare le regole tipiche del progetto contemporaneo: in Soprintendenza riceviamo spesso proposte non adeguate alle richieste. Altrettanto vero che il Ministero non si deve arroccare sul tema della conservazione totale; va contemplata la possibilit di grandi trasformazioni, demolizioni parziali o della tutela: ai funzionari il compito di saper valutare il valore dei beni e di agire di conseguenza.



news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news