LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

POMPEI - Pompei, emergenza continua: gi un altro muro
Susy Malafronte
Mattino-Napoli, 25/01/2013

Nuovo crollo nella citt antica. L'ennesima tragedia sfiorata. A cedere stato un muro di contenimento di epoca borbonica in via del Vesuvio. Non ha retto la struttura di epoca borbonica a sostegno del terrapieno: sotto c' una domus inesplorata Pompei, crolla un muro sulla via dei turisti. II sindacato: Si poteva evitare con una corretta prevenzione sul territorio. L'ennesimo scempio a ridosso di uno gli ambienti pi visitati: la casa degli Amorini Dorati

Gli scavi senza pace. Nuovo crollo nella citt antica, sulla via ogni giorno attraversata da migliaia di turisti. L'ennesima tragedia sfiorata. A cedere stato un muro di contenimento di epoca borbonica in via del Vesuvio, nella Regione V Insula VII. Il crollo avvenuto di fronte alla famosa casa degli Amorini Dorati. Il terrapieno, che fa parte dell'area archeologica sul versante nord non ancora scavata, ha invaso la via del Vesuvio, zona aperta al pubblico. Lo smottamento ha riportato alla luce pilastri di epoca romana. Ci vorrebbero ulteriori scavi, per riportare alla luce nuove domus, ma non rientrano per ora nell'agenda di governo per mancanza di fondi. E ora i turisti passano sollevando le strisce che delimitano l'area sottoposta a sequestro. Passano incuriositi, si fermano a guardare a volte costernati a volte incuriositi come se i cedimenti e le distruzioni fossero un'altra attrazione della citt millenaria: prima coperta dalla cenere del Vesuvio, oggi minata e oltraggiata prima dall'incuria e poi dalla pioggia. A segnalare il crollo di circa 2 metri cubi, avvenuto nel corso della notte, sono stati gli addetti alla vigilanza, alle 7.30 di ieri, nel corso del giro di controllo. Ancora una volta l'incolumit dei visitatori stata tutelata dal fattore tempo. La zona stata transennata. Il metodo di messa in sicurezza post-crollo pi utilizzato dalla soprintendenza dal 2010 ad oggi. Secondo la Soprintendenza Speciale per i beni archeologici di Napoli e Pompei la causa la conseguenza delle piogge torrenziali abbattutesi in questi giorni in Campania. Sull'area, nella quale sono in corso le opportune verifiche, si sono recati per un sopralluogo i tecnici della soprintendenza accompagnati dai carabinieri coordinati dal comandante Tommaso Canino. Intanto, il 6 febbraio si avvicina e con esso l'arrivo a Pompei del commissario europeo Johannes Hahn. L'ispettore di Bruxelles ha l'incarico di controllare se la tempistica de Il Grande Progetto Pompei, finanziato dall'Ue per 105 milioni di euro, a regime. Ma nessun cantiere, nonostante i tanti annunci, stato ancora aperto. La Cisl, dal versante di tutela dei lavoratori, lancia l'ennesimo allarme sicurezza: La zona aperta al pubblico - spiega Antonio Pepe segretario della Cisl - ed una fortuna che questi crolli avvengono di notte. I dipendenti, che di notte vigilano sull'intera area, continuano ad affidarsi alla Madonna di Pompei. solo un miracolo se fino ad ora nessun addetto alla vigilanza rimasto ferito. Fino a quando la fede vincer sull'incuria? Come in tutti gli altri casi - continua il segretario Cisl - riteniamo che, se fosse stata attuata la manutenzione ordinaria, anche questa frana poteva essere evitata. Dobbiamo, invece, rilevare l'ennesima delimitazione della zona con nastro segnaletico per impedire l'accesso ai turisti, restringendo sempre di pi le zone visitabili del sito archeologico. Il personale volenteroso sta perdendo mordente perch si vede poco utilizzato, male organizzato e peggio distribuito. L'amministrazione, su tali tematiche, sfugge al confronto. Ovviamente non presteremo il fianco a chi intenda approfittare di questi spiacevoli episodi per mettere le mani su Pompei. Il nostro obiettivo e rimane quello di concordare un piano di tutela per la messa in sicurezza del sito, oltre alla valorizzazione e messa a reddito dell'intero patrimonio archeologico pompeiano.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news