LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PRATO - Chi imbratta i monumenti punito col lavoro forzato
MERCOLED, 30 GENNAIO 2013 IL TIRRENO Prato


PRATO Chi imbratta o danneggia, monumenti, case storiche e chiese antiche va punito con estrema durezza. Parola del vicesindaco Goffredo Borchi che non pi tardi di ieri ha chiesto la collaborazione al prefetto Maria Guia Federico per presentare una legge - coinvolgendo i ministeri dellInterno e di Grazie Giustizia - che elimini le sanzioni amministrative a carico dei cosiddetti writers per istituire al loro posto una sorta di servizio civile, della durata di alcuni mesi, periodo nel quale questi vandali - spiega Borchi - impiegati in lavoro socialmente utili possano imparare cosa significhi lavorare ma soprattutto quanta fatica si faccia a ripulire i danni provocati. Una battaglia che il vicesindaco intenzionato a portare avanti senza se e senza ma se necessario - dice - fino ad arrivare al presidente della Repubblica. Tanta determinazione stata provocata dalle ultime scritte comparse sui muri della basilica di Santa Maria delle Carceri, uno dei monumenti di pi di valore della citt e parallelamente pi presa di mira dagli specialisti dellimbrattamento. Il fatto - continua Borchi - che questa volta i vandali hanno scritto su una porzione di marmo gi precedentemente ripulita e trattata e che difficilmente questa volta potr essere recuperata. E se il prefetto ha dato la proprio disponibilit ad aiutare il Comune: Lidea interessante - ha detto Guia Federico - dar mandato per fare tutto quello che nelle nostre possibilit, altrettanta disponibilit il vicesindaco lha ottenuta dal candidato Pdl al Senato Riccardo Mazzoni al quale stato chiesto di inserire nel suo programma elettorale il progetto del Comune. Lok non ha tardato ad arrivare. Di fronte a deturpazioni sistematiche del patrimonio artistico come quelle che si sono verificate ai danni della Chiesa di Santa Maria delle Carceri - il ragionamento di Mazzoni - giusto chiedere un inasprimento delle pene, perch questo tipo di vandalismo danneggia un bene che di tutti. Per il futuro senatore il deterrente sta nellinstallazione di telecamere: Telecamere e i controlli mirati - continua - sono il primo deterrente, ma basterebbe applicare, una volta individuati gli autori, le leggi esistenti. Ci sono due articoli del codice penale che prevedono per questa fattispecie - spiega - pene che prevedono l'arresto fino a un anno. Nel settembre di due anni fa il governo Berlusconi approv un disegno di legge delega per consentire alla magistratura e alle forze dell'ordine di perseguire con maggiore efficacia questo tipo di reato, attraverso anche l'arresto e la carcerazione preventiva. Una norma che andr ripresa nella prossima legislatura - conclude - accompagnandola con le sanzioni accessorie che suggerisce il vicesindaco Borchi.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news