LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Verona, 22-24 aprile. Prima convention europea: L'Opera lirica nel 21 secolo
L'Arena, 15/3/2005

La Fondazione Verona per l'Arena, guidata da Giordano Veronesi, in collaborazione con Fedora e la Fondazione Arena, organizzano dal prossimo 22 aprile fino a domenica 24, in Sala Maffeiana, la prima Convention europea sul tema L'Opera lirica nel 21 secolo. Fedora la federazione europea, presieduta da Federico Mayor, che raggruppa oltre 130 enti, tra fondazioni ed associazioni. Le loro finalit sono quelle di operare a sostegno dei teatri lirici europei per quanto riguarda audience e futuro artistico. Quelli di Fedora si collocano in poche parole dalla parte dello spettatore, mentre una similare Federazione, Opera Europa, raggruppa la forza produttiva e decisionale degli stessi teatri lirici.
La Convention veronese, sostenuta dalla Comunit Europea, sar preparatoria al Forum mondiale di Parigi che avr luogo nell'ottobre 2007. Nel darne notizia ieri, il direttore di Verona per l'Arena, Alfredo Troisi, col responsabile delle relazioni internazionali, Ugo Fatini, ha sottolineato la sua importanza, perch esaminer alcune delle tematiche inerenti il settore operistico ed in particolare gli aspetti che interessano pi da vicino la realt italiana, come le nuove produzioni, il finanziamento e la gestione dei teatri d'opera, nonch il ruolo dei privati, delle fondazioni ed associazioni.
Verona ha un teatro anomalo per la duplicit delle sue sedi, l'Arena ed il Filarmonico ha aggiunto Fatini. E' un'opportunit unica che la citt, capitale europea della lirica, diventi un punto di riferimento cos importante nell'ospitare dal prossimo aprile i principali esponenti pubblici e privati del settore. Identica sottolineatura giunta dal Capo Dipartimento dello Spettacolo del Ministero per i Beni e le Attivit Culturali, Francesco Sicilia.
Lo scopo della tavola rotonda veronese si preannuncia, dunque, di particolare significato perch con essa si vuole offrire alle fonti stabili (soci privati fondatori e sostenitori con i loro finanziamenti), un aiuto addizionale, mettendo sul tappeto non solo i nodi (anche legislativi) che aggravano le difficolt operative e la gestione dei teatri lirici, ma ponendo anche tanti altri interrogativi. Primo fra tutti, quello concernente lo stesso ascolto dell'opera. Siamo siculi che sia ancora valido, oggigiorno, soprattutto per i giovani, il modo con cui la facciamo ascoltare? stata la giusta osservazione mossa dall'intervento di Fatini.
Alla tavola rotonda hanno gi dato la propria adesione varie personalit artistiche e specialisti del settore, tra cui Nicholas Payne, direttore di Opera Europa, Ruth Jarratt, del Covent Garden di Londra, il regista Gianfranco De Bosio, oltre a rappresentanti del Ministero dei Beni Culturali (che patrocina la manifestazione) ed al sovrintendente dell'Arena, Claudio Orazi.
In questi giorni si sta svolgendo intanto una identica convention a Valencia, in Spagna, quella organizzata da Opera Europa, che raggruppa i sovrintendenti di 82 teatri ai 23 paesi. Coordinarsi per trovare un fronte comune allo stesso problema, sembra essere diventata la parola d'ordine con cui in molti stanno accorrendo al capezzale di un malato grave, come e oggi la musica urica. E a quanto pare, non solo nel nostro Paese.



news

16-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news