LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - Partono i lavori per valorizzare lo straordinario monumento. Un tesoro che presto si potr visitare
SARA GRATTOGGI
MERCOLED, 24 APRILE 2013 LA REPUBBLICA --- Roma



Fin dalla sua scoperta, nel 1995, stato riconosciuto come una delle pi importanti testimonianze dellarchitettura romana del tardo ellenismo nel Lazio. Un ninfeo di rara bellezza, risalente alla fine del II secolo a. C., firmato da Quintus Mutius, architetto greco trapiantato a Roma fra i pi celebri dellepoca. Il Renzo Piano dellet tardo repubblicana lo definisce Francesco Maria Cifarelli, direttore del Museo archeologico di Segni, che sabato scorso insieme alla soprintendente per i Beni archeologici del Lazio, Elena Calandra, al sindaco di Segni, Stefano Corsi, allarcheologo Fausto Zevi della Sapienza e al direttore della British School at Rome, Christopher Smith ha presentato il progetto di scavo, restauro e valorizzazione del Ninfeo di Q. Mutius.
Recentemente acquistato dal comune di Segni, grazie a un finanziamento della Provincia di Roma da 290mila euro, il monumento, che sorgeva nel terreno di un privato, stato cos assicurato alla propriet pubblica. E sar ora sottoposto a scavo archeologico, insieme allarea circostante di 3.800 metri quadrati, in modo da renderlo visibile nella sua interezza. La fontana monumentale, composta da un piccolo ambiente aperto a valle, quasi perfettamente conservata, cos come lo sono le straordinarie decorazioni parietali, con le nicchie trasformate in selvaggi antri naturali da uno spesso intonaco arricchito con pietre pomici e i profili ornati da fantastiche architetture disegnate da conchiglie e perline di blu egiziano.
Ma spiega Francesco Maria Cifarelli i pavimenti sono ancora sepolti e tutti da scoprire. Una volta terminati gli scavi e il restauro del monumento, il Ninfeo verr racchiuso e protetto da una teca, per mantenere costanti temperatura e umidit, e sar reso visitabile. Si tratta sottolinea di un monumento di importanza assoluta, uno dei primi ninfei progettati nellAntica Roma. Un prototipo, dunque, di un genere destinato a grande fortuna nellintera storia dellarchitettura.
Un documento eccezionale, che
mostra come la Segni dellepoca, insieme ad altri centri del Lazio meridionale interno, abbia vissuto un irripetibile momento di splendore, legata ai massimi circuiti politici, commerciali e
culturali del periodo. La firma in caratteri greci, conservata in una tabella posta al centro del prospetto principale conclude Cifarelli di Q. Mutius, forse il fratello o pi probabilmente
lo stesso Caius Mutius citato da Vitruvio come architetto di Caio Mario, generale e sette volte console della Repubblica Romana, che gli commission anche la costruzione del Tempio
di Honos et Virtus a Roma, dopo la vittoria del 101 a. C. contro i Cimbri e i Teutoni, che salv la citt dalla prima invasione dei barbari.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news