LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - La onlus con lattivit fantasma che prende pi soldi di un museo
ANTONIO FRASCHILLA
DOMENICA, 05 MAGGIO 2013 LA REPUBBLICA






HANNO appena ottenuto il via libera dallArs a un finanziamento da ben 254 mila euro, pi del museo Riso e quasi quanto il Centro per il restauro che rischia di chiudere. Ma non hanno fatto in tempo a festeggiare che subito dallassessorato ai Beni culturali partita unispezione nei loro confronti. Il motivo? Chiediamo di avere la documentazione sullattivit che hanno svolto lo scorso anno,
non abbiamo alcuna notizia in merito.
AL CENTRO della bufera c lassociazione Prosam (Protezione soccorso ambiente), che si occupa di protezione civile e patronati, cio di dichiarazioni dei redditi per lAgenzia delle entrate, e dipende dalla rubrica dellassessorato ai Beni culturali. A prescindere dalla poca attinenza tra lattivit di protezione civile, il patronato e la tutela del patrimonio artistico, e sul perch quindi dipenda dal dipartimento dei Beni culturali, la Prosam da anni riceve finanziamenti attraverso la famigerata Tabella H. A sponsorizzarla, senza farne mistero, stato da ultimo il deputato Riccardo Savona, dei Democratici riformisti, che ha ammesso: S, questa associazione la sostengo io ed seria.
Ma dove ha sede questa la Prosam? Di cosa si occupa? Che attivit ha svolto in questi anni? Sul sito Internet istituzionale la sede della Prosam risulta al civico 88 di via Noce. Peccato per che da maggio dellanno scorso lassociazione non abbia sede in questi locali, confiscati alla mafia alla fine degli anni Novanta. Il Comune ha revocato laffidamento allassociazione perch dopo un sopralluogo avvenuto il 9 febbraio del 2011 emerso che la Prosam svolgeva attivit di patronato, con autorizzazione dellAgenzia delle entrate. In sintesi, si occupa di dichiarazioni dei redditi, esenzioni e calcolo Isee per disagiati e no. Lattivit di patronato non risultava al momento della richiesta di affidamento del bene, scrive nel verbale di revoca il Comune.
I legali della Prosam si sono opposti a questa decisione, e ora si attende una pronuncia del
giudice civile: Nel frattempo ci stiamo appoggiando a un negozio vuoto l accanto, al civico 96, in attesa di ritornare nella nostra sede storica perch pensiamo di poter riottenere il bene, dice Giuseppe Mancino, presidente dellassociazione. Il mancato aggiornamento del sito? Per farlo ci vogliono i soldini, e noi non riceviamo nulla dal 2011, aggiunge.
Sul sito istituzionale si fanno alcuni esempi di attivit svolte negli anni passati: nel corso del 2009 si cita il sostegno alla protezione civile durante la frana a Belmonte Chiavelli per la durata complessiva di tre giorni.
Nel 2010 la cura del progetto pilota per la regolamentazione di un servizio di guardia ambientale per la tutela agli atti di vandalismo del patrimonio culturale (scritto cos, ndr), artistico e monumentale della citt di Palermo.
Per quanto riguarda lattivit del 2012, il sito tace. Alla domanda sul perch fino a oggi non stata consegnata la documentazione sulle iniziative svolte lo scorso anno, Riggio risponde senza giri di parole: Non lo so, io sono diventato presidente a febbraio dice comunque non abbiamo nulla da nascondere. Cosa abbiamo
fatto nel 2012? Ci siamo occupati del progetto graffiti. Di che si tratta? Abbiamo ripulito beni vandalizzati con graffiti abusivi, come il palchetto della musica a piazza Castelnuovo e alcuni muri a Ballar.
Nel 2012, alla voce Prosam della Tabella H, risulta un finanziamento da 373 mila euro. Adesso saranno gli ispettori del Bei culturali a stabilire se questa una cifra congrua per lattivit svolta: al momento lerogazione delle somme stata bloccata.
Lassociazione nel frattempo ha ottenuto il via libera a un nuovo finanziamento da 253 mila euro per il 2013. Come intende utilizzare questi soldi? Certamente nel migliore dei modi, ma non voglio anticipare nulla, attendo prima di avere la certezza di questi fondi, dice Mancino.
Di certo c che allassessorato
di piazza Croci, che aveva proposto dincrementare i fondi dei Centri per il restauro e la catalogazione, sono sul piede di guerra. Il finanziamento ai due centri sono passati da 560 mila a 320 mila euro: Senza considerare il fatto che buona parte di questi fondi sono vincolati alla prosecuzione del corso di laurea in convenzione con lUniversit, dicono dal dipartimento. Tagliati i fondi anche al museo Riso, per il quale si sperava in un rilancio definitivo: dai 300 mila euro dello scorso anno, il contributo scende a 180 mila. Meno dei soldi stanziati alla Prosam.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news