LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA Il sindaco salvi il giardino storico dal grave degrado
Pinella Leocata
LA SICILIA Domenica 07 Luglio 2013


Sollecitati anche la tutela del verde, dalla potatura dei ficus alla cancellazione dei mosaici botanici, il recupero del criptoportico del labirinto Biscari e la riprogettazione del sottopasso in cemento armato che collega questa zona con il piazzale del Chiosco della Musica

Il Comitato Sos Villa Bellini torna all'attacco e denuncia, per l'ennesima volta, lo stato di degrado in cui versa il giardino storico di citt. Un degrado - sostiene - paradossalmente incrementato dal costosissimo restauro che avrebbe dovuto ridare splendore a questo luogo dell'identit e della memoria dei catanesi.
Invece, denunciano i componenti del comitato, a quasi tre anni dall'inaugurazione forzata del restauro - inaugurazione che non aveva avuto il benestare della sovrintendenza in merito al fine lavori - il Giardino versa in uno stato di depauperamento forse irreversibile. Ne emblema, a loro avviso, la casina Biscari trasformata in una vera e propria cloaca dove chiunque pu accedere e fare i propri comodi. E dire che i fondi europei erano stati stanziati proprio nella prospettiva del recupero e che il Comune ha dovuto integrarli con proprie somme dal momento che i lavori sono costati di gran lunga di pi di quanto preventivato. Chiuso al pubblico, ed escluso da ogni restauro per carenza di fondi, anche il criptoportico del labirinto Biscari riportato alla luce sotto il livello della strada nell'area che si affaccia su via Tomaselli e piazza San Domenico.
Ma l'elenco degli scempi non si ferma qui. L'altro orrore il sottopassaggio realizzato per collegare la collinetta del Chiosco della Musica con il sottostante labirinto Biscari. Durante i lavori emerse parte della scala cinquecentesca che collegava i due livelli, una delle poche preesistenze al terremoto del 1693, e fu deciso di lasciarla in luce a testimonianza di una fase antecedente al nuovo impianto settecentesco e ottocentesco. Ma, poich nel progetto originario questo intervento non era previsto e non c'erano somme sufficienti per una progettazione pi attenta e rispettosa, si decise per una soluzione transitoria che, come spesso accade, diventata definitiva. Le pareti della scala sono state tampognate con doghe di legno ed stato realizzato un sottopasso in cemento armato mostruoso, di pessima qualit architettonica. Del tutto incompatibile con il Giardino storico e i relativi vincoli monumentali, ma edificato grazie ad una variante, rimasta a tutti sconosciuta per anni, presentata dalla progettista e approvata dalla sovrintendenza nel gennaio del 2010, sebbene la fine dei lavori fosse stata fissata entro il 2008. Inoltre la sovrintendenza attuale si sarebbe impegnata, a cose fatte, a ritirare in autotutela il parere positivo. Alla mostruosit della struttura si aggiunge lo scempio perpetrato dai vandali con scritte e sfregi.
E la carrellata delle brutture non finisce qui. Il piazzale della collinetta nord versa in uno stato di totale abbandono. L dove sorgeva la Casina Cinese, distrutta da un incendio doloso - struttura che si deciso di ricostruire, ma per la quale mancano le risorse - rimane una piattaforma in legno sempre pi degradato circondata da tuie incolte e piegate dal vento e da altri alberi che nulla hanno a che vedere con le specie botaniche del giardino storico. Dei mosaici botanici che abbellivano con i loro disegni il pendio della collinetta che si affaccia sul grande spiazzale - a partire dalla lira e dal simbolo della citt - nulla rimasto se non cespi di arbusti da sottobosco e una ragnatela di tubi neri per innaffiare lasciati a vista che fanno rabbrividire ogni cittadino che ha un minimo senso dell'estetica.
Per finire il comitato Sos Villa Bellini contesta anche il tipo di manutenzione del verde portando ad esempio il taglio della stupenda e ombrosa chioma di ficus in ottime condizioni di salute in un luogo "sacro" come il giardino storico.
Per tutti questi motivi il comitato reitera al nuovo sindaco la richiesta fatta, senza alcun esito, alla precedente amministrazione di istituire una commissione di indagine affinch si possa fare chiarezza e riportare quella verit mortificata in uno dei simboli indelebili della citt.


07/07/2013



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news