LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Italia indifferente al destino del suo patrimonio culturale
Elena Martinelli
www.romadailynews.it, 11/07/2013

Oggi ritorna alla ribalta il problema dei Bronzi di Riace. Ieri era Pompei e domani chiss, magari sar il turno del Duomo di Milano o di qualche altro sito culturale di attrazione internazionale.

Dovremo essere abituati ma ogni volta ci sorprende il degrado, prima di tutto mentale, della gestione del nostro ricchissimo patrimonio culturale, un degrado che si accompagna a un diritto alla fruizione costantemente minacciato da messaggi diseducativi e tagli spregiudicati.

LUnesco ci minaccia di commissariamento ma noi guardiamo e passiamo con quella indifferenza che, nel suo discorso a Lampedusa, Papa Francesco ha definito globalizzata. A ben guardare, per, lo scarso impegno sulla destinazione di risorse per la tutela del nostro patrimonio qualcosa che riguarda principalmente noi italiani. Andiamo allestero e scattiamo centinaia di foto alla Gioconda ma sempre meno siamo disposti a visitare i nostri musei e non emettiamo un lamento se la Madonna dei Pellegrini di Caravaggio ritorna ferita alla chiesa di SantAgostino.

Con la cultura non si mangia, le parole di Giulio Tremonti risuonano ancora come un vuoto e preoccupante monito verso chi invece ritiene, a ragione, che con la cultura si mangia eccome!

La III edizione del Rapporto Symbola Unioncamere sulle imprese culturali creative in Italia e in Europa reca i dati aggiornati al 2012. Le industrie culturali propriamente dette (industrie cinematografiche, televisive, editoriali e musicali), le industrie creative che espletano funzioni ulteriori rispetto alla cultura, ma hanno come elementi fondanti fenomeni culturali legati allarchitettura, alla comunicazione, allimmagine, al brand allartigianato e al design le imprese per la gestione del patrimonio storico artistico, le imprese dello spettacolo dal vivo e delle arti visive registrate complessivamente in Italia sono quasi 460 mila e rappresentano il 7,5% del totale delle attivit economiche imprenditoriali nazionali, presentando una crescita del 3,3% rispetto al 2011 di quasi tre punti percentuali sopra il dato riferito allintero tessuto delle imprese in Italia. In tema di occupazione, queste imprese complessivamente impiegano il 5,7% del totale degli occupati del Paese, in termini assoluti si tratta di circa 1,5 milioni di lavoratori, in crescita dello 0,5% dal 2011 al 2012, mentre in generale leconomia nazionale presentava un decremento dello 0,3%.

Alla luce di questi dati lecito chiedersi il perch di questa vergognosa e persistente tendenza al declino dei nostri beni culturali ma le risposte sono sempre giustificazioni che rimandano a discorsi gi ascoltati.

La stampa estera sgomenta ci sottopone a una persistente e incalzante richiesta di spiegazioni sulle nostre omesse responsabilit. I deputati Nicodemo Nazzareno Oliviero e Ernesto Magorno del PD presentano uninterrogazione parlamentare che suona pi come unaccusa, al Ministro dei beni e delle attivit culturali e del turismo, Massimo Bray, proprio sulla questione dei Bronzi di Riace, che furono sottratti al pubblico nel 2009, a seguito della chiusura per restauro del Museo nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria, e che hanno trovato come unica e temporanea collocazione la sede del Consiglio regionale calabrese.

Anche se da poco tempo che lespressione beni comuni entrata nella discussione pubblica la sua forza comincia a essere sempre pi dirompente. Il suo esordio trov spazio nel referendum sullacqua, bene comune per eccellenza. I beni comuni sono stati definiti da Stefano Rodot come quelli funzionali allesercizio di diritti fondamentali e al libero sviluppo della personalit, che devono essere salvaguardati sottraendoli alla logica distruttiva del breve periodo, proiettando la loro tutela nel mondo pi lontano, abitato dalle generazioni future.

Questa lottica nella quale dovremo guardare al nostro patrimonio culturale facendo slittare, come suggerisce Rodot, lidea di appartenenza del bene verso la sua gestione che ne deve garantire laccesso a tutti.

A questi richiami il presidente del consiglio Enrico Letta risponde con una promessa: un impegno morale che si esprimer attraverso uninversione di tendenza nella legge di stabilit.

Nel frattempo noi continueremo a pensare ai nostri Bronzi di Riace, una delle pi sensazionali scoperte archeologiche mondiali del V secolo a.C., mentre soffocano umiliati sotto indifferenti strati di polvere.



news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news