LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Sgarlata ha stilato la lista delle 23 opere che non possono lasciare i musei siciliani. Venere Landolina, Kourotrophos e Annunciazione sono beni inamovibili
isabella di bartolo
LA SICILIA Mercoled 02 Ottobre 2013




Sono tre i tesori d'arte che non potranno mai lasciare i musei di Siracusa. Si tratta della Venere Landolina e del Kourotrophos di Megara Hyblaea, entrambi custoditi nelle sale del Paolo Orsi, a cui si aggiunge l'Annunciazione di Antonello da Messina esposta nel salone centrale della Galleria Bellomo di Ortigia.
Tre opere che fanno parte della lista dei 23 beni considerati speciali dalla Regione nell'ambito del Regolamento sui beni inamovibili che fa seguito alla legge stilata nel 1977, oggi riveduta e corretta.
Gioielli corteggiati dai musei di tutto il mondo ma che potranno lasciare le strutture in cui sono custoditi solo in occasione di eventi culturali dalla portata internazionale e manifestazioni di alto profilo culturale che non mettano a rischio l'incolumit dei tre delicati tesori.
Le opere in questione sono difatti delicate e di immenso valore storico. La Venere scoperta da Saverio Landolina nell'orto Bonavia nel 1884, una statua in marmo del II secolo d. C. considerata uno dei simboli del museo ARCHEOLOGICo Paolo Orsi e oggi esposta nella sala centrale del settore dedicato alle polis. Il Kourotrophos di Megara Hyblaea una statua del 550 a. C in pietra calcarea che raffigura la Dea della fecondit mentre allatta due neonati. Rinvenuta dentro una tomba greca nel 1952, era parte di un ricco deposito votivo di un illustre defunto.
Infine, il terzo tesoro il capolavoro dipinto nel 1474 da Antonello da Messina: L'Annunciazione. Olio su tavola trasportato su tela, dapprima esposto nella chiesa dell'Annunziata di Palazzolo e oggi attrattiva per antonomasia della Galleria regionale di Palazzo Bellomo.
Queste sono le prime opere che si ritenuto di inserire in un elenco di beni di particolare pregio - dichiara l'assessore regionale ai Beni culturali, Mariarita Sgarlata - e che devono essere tutelate in modo speciale. Naturalmente non tutte possono viaggiare e quindi solo quelle per le quali ci possibile potranno essere oggetto di "accordi di reciprocit" ma solo con importanti musei mondiali che faranno proposte vantaggiose per la Sicilia.
Tre grandi opere che saranno prestate solo in casi eccezionali, dunque, cos come prevede la direttiva assessoriale che regola l'esportazione dei beni culturali fuori dalla Sicilia e stabilisce precisi limiti nell'interesse della conservazione della parte pi prestigiosa del patrimonio culturale.



02/10/2013



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news