LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Due comunicati di Chiara Frugoni sulla Biblioteca Universitaria di Pisa: si smembra un patrimonio prezioso

La capitale delle bancarelle
Ogni giorno milioni di turisti confermano, visitando Piazza dei Miracoli, che i Pisani del Duecento pensavano in grande. Ma le cose cambiano: oggi Pisa sempre pi piccola, povera e provinciale, come dimostra il divario questo s che uno spread tra i mirabolanti progetti di aree vaste e capitali culturali e le realizzazioni concrete.
Il 18 ottobre poi Pisa ricever, molto probabilmente un altro colpo: il ministro dei Beni culturali annuncer al ministro dellUniversit che la pi grande biblioteca pisana, lUniversitaria, viene ceduta alluniversit che da anni ne gestisce male il palazzo. Lintendenza seguir: i libri verranno o spostati nei depositi, o smembrati: passeranno nelle sedi di ricerca dei vari professori universitari.
I dipendenti saranno fatti scivolare in qualche limbo prepensionistico, o peggio ancora spostati in altre citt perch come pu lAteneo sopportare lonere di 35 stipendi? E tutto questo perch, visto che manca ancora la famosa perizia che doveva quantificare i danni che il terremoto di Reggio Emilia avrebbe provocato, si badi, in tutta Pisa su un unico edificio, quello della Sapienza? Quella che una volta era la piazza intellettuale di una capitale diventer il cortile del rettore. Si potr perfino dedicare un paio di stanze ai libri pi belli, da ammirare nella vetrina senza poter girare pagina, e dare cos un contentino ai gonzi e una scusa a chi delle biblioteche fa a meno. Poteva essere un caso nazionale, lo spunto per un dibattito sulla cultura e sulle istituzioni culturali in cui Pisa sarebbe tornata per un po capitale. Ma due bancarellai in protesta sono saliti sulle bancarelle della Piazza, e si sono presi la prima pagina del giornale. Nel quotidiano della capitale delle bancarelle la notizia della biblioteca svenduta finita in quinta pagina, quattro mezze colonne, taglio basso.


La morte (annunciata) della pi grande biblioteca storica di Pisa
Tra qualche giorno sar annunciata la cessione della Biblioteca Universitaria di Pisa, che oggi appartiene al Ministero Beni Culturali, alluniversit di Pisa. Come quando si compra o si vende una casa, opportuno controllare che tutto sia a posto. Vediamo.
- La biblioteca a posto?
No. E chiusa da un anno e quattro mesi, non viene fatta manutenzione.
- I libri sono catalogati?
No. Interi fondi sono nel vecchio catalogo a schede: per prendersi un libro basta distruggere la relativa scheda.
- Almeno i muri sono a posto?
Non si sa. La perizia ordinata dal Sindaco entro dieci giorni e
coordinata dal Rettore non ancora stata consegnata.
- Ma almeno sono stati fatti lavori per la sicurezza?
No. N prima n dopo il terremoto lente competente (cio, dal 2001, lUniversit) ha fatto lavori per la sicurezza.
- La biblioteca funzioner meglio?
Non si sa. Nessuno ha indicato un progetto complessivo per la gestione delledificio, nessuno ha mai preparato un piano concreto di sviluppo.
- Gli enti locali hanno disposto qualche vigilanza?
No. Sindaco e maggioranza in Comune hanno detto pi volte che non affar loro.
- I lavoratori saranno tutelati?
Non si sa. Luniversit ha gi dichiarato di non avere i soldi necessari ad assumerli; ma se restano ai Beni Culturali loperazione sar in pura perdita per il Ministero, cio per chi paga le tasse.
- I lavoratori dellindotto, cio gli esercizi di Piazza Dante, saranno tutelati?
No. Non si vede chi possa farlo e comunque non c un piano di utilizzo delledificio.
- La citt avr pi spazi e possibilit per la lettura?
No. Laccesso alle biblioteche dellUniversit, il prestito, gli strumenti informatici sono riservati a studenti e personale, non aperti al pubblico.
- Gli studenti avranno pi servizi?
No. Non stato presentato alcun piano in proposito.
- Gli studiosi avranno pi servizi?
No. Nessuna biblioteca dellUniversit ha strutture specifiche per la conservazione, la valorizzazione, il restauro di libri antichi: semplicemente non loro compito.
- I libri verranno spostati?
Non si sa. Se verranno trattati come i libri di Giurisprudenza, dovrebbero essere collocati nel deposito di Montacchiello, senza alcuna operazione di catalogazione o restauro.
- Quanto costa questa soluzione?
Non si sa. I lavoratori della biblioteca costano al MiBAC circa un
milione lanno; il patrimonio librario presumibilmente verr ceduto gratis. Comunque nessuno ha proposto (n, a dire la verit, richiesto) alcun documento in proposito.
- Ci sono delle giacenze attive o dei contributi da incassare?
No. MiBAC e MIUR hanno versato pi di un milione e mezzo, che ora sono nelle disponibilit di Soprintendenza e Universit, che non
hanno dichiarato come li spendono, n la destinazione dei locali restaurati con quei soldi (tranne il San Matteo, dove si sa gi che andranno molto probabilmente i 60.000 volumi del fondo moderno).
- Chi ha pubblicamente proposto questa soluzione?
Soltanto il Rettore dellUniversit.
- Chi ha pubblicamente discusso di questa soluzione?
Nessuno.
- Chi paga unoperazione conclusa senza alcun prospetto o progetto di miglioria?
Tutti coloro che fanno ricerca, gli studenti e i lavoratori della Biblioteca stessa in primis, ma anche tutti i cittadini pisani, privati di un bene comune per cui pagano tasse e tributi.
Di fatto iniziato lo smembramento della Biblioteca senza che ci sia una perizia che lo giustifichi.

Chiara Frugoni, Presidente di Amicibup
Pisa, 3 ottobre 2013



news

27-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 27 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news