LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Iblei e il turismo che non c'
LA SICILIA Domenica 03 Novembre 2013




Palazzolo. C' chi la considera da sempre la "Perla" degli iblei. Ma oggi, Palazzolo, come un po' tutta la zona montana della provincia aretusea dal punto di vista turistico, la terra delle occasioni perdute.
La cittadina adagiata ai piedi dell'Acremonte ha un'offerta turistica molto ampia: dall'archeologia alla natura, dall'enogastronomia alle tradizioni popolari e, ancora, ai beni architettonici. Tuttavia questa mole di attrazioni riesce, tuttavia, a incuriosire solo i turisti di passaggio: settore capace di creare ben pochi benefici dal punto di vista economico e occupazionale.
Il turista andrebbe accompagnato in un tour complessivo della citt, rendendo fruibili tutti i siti e incentivandolo a fermarsi un po' di pi. In questo giro turistico bisognerebbe coinvolgere anche quei quartieri antichi oggetto di un piano particolareggiato che, dopo tanti anni, non riesce ancora a vedere la luce.
Per il piano particolareggiato del centro storico - afferma il sindaco Carlo Scibetta - ho avuto rassicurazioni da parte dell'ufficio tecnico e dall'assessore al ramo che potrebbe essere adottato entro il prossimo febbraio. Il recupero di questi quartieri tuttavia legato anche ad un problema di impoverimento demografico. Va quindi invertita soprattutto questa tendenza.
Per decenni si parlato del rilancio di questi luoghi, ma l'assenza anche di un'azione sinergica fra pubblico e privato li ha penalizzati. Questi tesori, accompagnati da un clima favorevole e da una gastronomia di eccellenza, potrebbero essere volno di un'economia al collasso. Le zone interne - afferma ancora Scibetta - da sempre si sono affermate con una certa difficolt rispetto a quelle marittime. La Sicilia nell'immaginario del turista equivale al mare e al sole. Sicuramente Palazzolo ha dei margini di crescita come dimostra l'aumento considerevole di presenze di quest'anno. Non abbiamo un turismo di massa ma puntiamo a un turismo culturale grazie ad un patrimonio architettonico elevato.
Altro handicap la fruibilit di alcuni siti. La Madonna del Laurana, ad esempio, opera di indiscutibile valore e bellezza, visitabile solo quando la chiesa che la ospita aperta per le funzioni religiose. Un tesoro nascosto, dunque, come molti altri.
Uno dei problemi maggiori - continua il primo cittadino di Palazzolo - proprio la fruibilit delle chiese in alcune fasce orarie. Abbiamo gi avuto un incontro con i parroci e torneremo aridiscuterne subito dopo le feste natalizie. Da anni, inoltre, si attende l'apertura del Museo archeologico che ospiter la collezione "Judica". L'inaugurazione ufficiale, salvo imprevisti, dovrebbe avvenire a marzo. I santoni, esempio unico al mondo di culto alla dea Cibele, sono off limits. Il sito interessato da un progetto esecutivo di valorizzazione, redatto dalla Soprintendenza di Siracusa e dichiarato ammissibile al finanziamento dal aervizio archeologico dell'assessorato regionale ai beni culturali per un importo di 2 milioni di euro.
Ma ad oggi - aggiunge Scibetta - non si riusciti a far emettere il decreto di finanziamento. Torner fruibile, invece, tra venti giorni, dopo la fine dei lavori, l'area del Castello medievale.
Si pensava all'Unesco come possibilit concreta di inserire Palazzolo in un circuito virtuoso capace di attrarre importanti flussi turistici. Ma l'iscrizione nella World heritage list dopo tanti anni ancora un punto di partenza. Un aiuto - conclude Scibetta - ad un turismo pi stanziale potrebbe arrivare dal completamento dell'ostello dell'istituto Vaccaro. Un'offerta di posti a buon mercato pu richiamare anche un turista che non ha grandi disponibilit economiche.
Palazzolo come "capitale" degli Iblei potrebbe fare, dal punto di vista turistico, datraino anche per il resto della zona montana. E qui il viaggio si amplia e coinvolge altri tesori della zona montana. Dal punto di vista artistico, architettonico, archeologico, paesaggistico e culturale - afferma il sindaco di Buscemi, Nellino Carb - i nostri Comuni abbiano i requisiti perch il turismo possa divenire impresa intesa come sistema che porti economia ed occupazione. Fino ad adesso, purtroppo, si assistito, soltanto, ad un turismo "mordi e fuggi". Per questo il sistema turismo rimasto tra le grandi incompiute. I nostri comuni devono, finalmente, fare vero sistema e deve essere l' Unione dei Comuni a coordinare il tutto. A Buscemi, gi conosciuto ed apprezzato per il museo etnoantropologico, qualcosa inizia a muoversi. I servizi - continua Carb - iniziano ad esserci. Sono presenti posti di ricezione e svago come gli agriturismi e sono in fase di ultimazione pure punti di ristoro. Bisogna puntare, inoltre, anche coordinando con gli altri paesi manifestazioni tipo le feste religiose che all'aspetto religioso uniscono anche quello folcloristico, ad attrarre i turisti in modo stanziale dalle nostre parti. Ai beni architettonici, paesaggistici, culturali possiamo e dobbiamo aggiungere anche la fortuna di avere un clima mite e salubre. Il nostro territorio pu diventare, finalmente, il vero polmone della provincia.
L'auspicio che il turismo possa davvero partire coinvolgendo tutti i gioielli iblei: da Ferla a Cassaro, passando per Canicattini e Buscemi.
Paolo Valvo


03/11/2013



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news