LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Mirandola rinasce, Vicenza gioisce
07/11/2013


Avviati i lavori di demolizione dell'Istituto Galileo Galilei I laboratori gi recuperati grazie agli aiuti vicentini sono operativi




I soldi raccolti da Confindustria Vicenza per Mirandola, la cittadina emiliana sfregiata dal terremoto del maggio 2012, non sono stati certo sprecati. Sono iniziati marted scorso e si concluderanno, salvo imprevisti, entro la fine dell'anno, i lavori di demolizione dell'istituto d'istruzione superiore Galileo Galilei di Mirandola, gravemente danneggiato dal terremoto. E su questa scuola che il presidente degli industriali vicentini, Giuseppe Zigliotto, aveva concordato di convogliare la somma di 204 mila euro raccolta a suo tempo.
Le pinze demolitrici sono entrate in azione nella zona del vano scala dell'ingresso principale, per poi proseguire nell'ala sud e successivamente in quella est. I tempi contrattuali sono di 70 giorni - spiega l'assessore provinciale ai Lavori pubblici Egidio Pagani - ma l'impresa che ha vinto la gara d'appalto confida di terminare in anticipo rispetto alla scadenza contrattuale. Nel frattempo si sta definendo il bando di gara per la ricostruzione dell'edificio, che sar finanziato grazie al consistente contributo economico delle Fondazioni bancarie di Modena, Mirandola e Vignola e della Barilla.
Il complesso che ospita il Galilei quello che ha registrato i danni pi seri in seguito alle scosse di terremoto. Composto da pi corpi costruiti in epoche diverse, che hanno quindi reagito in maniera differente alla sollecitazione delle scosse sismiche, ha avuto una classificazione del danno da parte della protezione civile di tipo E, quindi di inagibilit totale.
Il progetto di demolizione stato impostato in modo da salvaguardare gli edifici confinanti - l'ala di ampliamento pi recente e il Luosi, che non saranno demoliti ma recuperati - e non intralciare l'attivit didattica del blocco che ospita le officine e i laboratori e le palestre. Nelle scorse settimane sono stati recuperati l'impianto fotovoltaico sul tetto e il mobilio, ed stato rimosso, in base alle prescrizioni della Sovrintendenza, il materiale d'archivio, come attestato dalla dirigenza dell'istituto.
Complessivamente verranno demoliti circa 35mila metri cubi nell'edificio principale a quattro piani, oltre alla struttura monopiano degli spogliatoi della palestra per un volume di circa 2.000 metri cubi.
La nuova sede dell'istituto Galilei, che sar ricostruita nella medesima posizione dell'edificio in corso di demolizione, misurer circa 6.000 metri quadrati sviluppati su quattro piani dove troveranno posto aule, laboratori e spazi per uffici e servizi.
Suddiviso in due corpi, il progetto verr realizzato in un'unica soluzione e avr un costo complessivo di oltre 10 milioni di euro. Il Gruppo Barilla ha finanziato la ricostruzione del corpo storico edificato negli anni '70, che ha riportato i danni pi ingenti. Le Fondazioni Cassa di Risparmio di Modena, Mirandola e Vignola, insieme all'Associazione Casse e Monti dell'Emilia Romagna, hanno stanziato oltre 8 milioni per finanziare la ricostruzione delle altre parti dell'edificio; a questi si aggiungono risorse proprie della Provincia di Modena.
L'edificio sar realizzato con una struttura portante metallica e strutture secondarie a secco, tecnologie alternative di pi rapida esecuzione rispetto a quelle tradizionali pur con un'elevata resa qualitativa.
Per quanto riguarda gli altri edifici del polo Galilei, sono gi stati recuperati e messi a disposizione degli studenti i locali del blocco officine/laboratori, ristrutturati grazie anche al contributo del Fondo Vicenza per Modena. Sono in via di appalto invece le opere di ripristino dei danni causati dalle scosse di terremoto all'ampliamento realizzato nel 2004, mentre in corso la gara per il recupero del liceo Luosi.

http://www.ilgiornaledivicenza.it/stories/Cronaca/586377_mirandola_rinasce_vicenza_gioisce/?refresh_ce


news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news