LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA-I gioielli del Campidoglio. All'asta seicento case e uffici
Mauro Evangelisti
Il Messaggero, 08/11/2013

Sono appartamenti nelle zone pi belle di Roma: da Trastevere al Rione Monti. Ma in media gli inquilini pagano 200 euro di affitto al mese. Contando che stiamo parlando di 295 unit, si pu dire che il Comune di Roma ogni mese incassa circa 60 mila euro, 720 mila euro allanno. Per il patrimonio comunale non residenziale, la media degli affitti si aggira sui 500 euro, per un incasso mensile di 150 mila euro e annuo di 1.800.000 euro. Insomma, dagli affitti Roma incassa 2.500.000 euro allanno: se davvero dalle dimissioni incasser, come programmato 247 milioni di euro, servirebbero cento anni per arrivare a quella cifra con gli attuali canoni di locazione (ovviamente solo un paradosso che non calcola i possibili adeguamenti).
Se fosse una societ privata avrebbe gi da tempo cacciato lamministratore delegato. Ora Roma Capitale, pressata dagli squilibri di bilancio gi gravi nel 2013 ma destinati a crescere nel 2014, ha deciso di mettere allasta questi appartamenti, insieme ad altri 302 immobili non residenziali (soprattutto negozi), per arrivare a un totale di 597.

IL PERCORSO
La delibera preparata dal vicesindaco Luigi Nieri sta passando al vaglio della Commissione patrimonio. Successivamente dovr essere approvata in consiglio comunale. Ma gi si sono alzate alcune voci critiche sia da un gruppo di maggioranza - Sel, che tra laltro il partito di Nieri - sia da esponenti della minoranza.

LE CRITICHE
Ieri Alessandro Onorato, capogruppo della Lista Marchini, ha osservato: Impediremo la svendita del patrimonio immobiliare comunale. Altro che vendere: una buona amministrazione dovrebbe valorizzarlo e trasformarlo in fonte di ricchezza. Il Comune si comporta come un principe in decadenza che non produce e giorno dopo giorno costretto a vendere i beni di famiglia per tirare a campare. Cos Marino vuole regalare case e negozi, con il 30 per cento di sconto, nella speranza di guadagnare un po di tempo prima del fallimento. Vendere in un momento in cui il mercato immobiliare ai minimi storici unulteriore follia. Senza considerare che da pi di ventanni la gestione del patrimonio comunale del tutto opaca e offre il fianco a scandali come affittopoli e svendopoli. Per questo chiediamo di mettere in pratica la mia delibera, approvata allunanimit da oltre un anno, per la creazione dellAnagrafe pubblica del patrimonio immobiliare: un elenco on line di tutti gli immobili del Comune con indirizzo, caratteristiche, canone di locazione ed eventuale morosit.

GLI INQUILINI
Un altro dei problemi da affrontare quando si arriver alla fase cruciale delle aste pubbliche, almeno per la parte residenziale, come comportarsi con gli inquilini. La linea del Campidoglio offrire un diritto di prelazione a chi abita in questi appartamenti, togliendo per dal mercato quegli alloggi in cui vivono famiglie con redditi bassi che non si possono permettere lacquisto. Per quanto riguarda la parte non residenziale varr invece il normale principio di unasta: si aggiudica limmobile il migliore offerente. Difficile fare delle previsioni sui tempi di applicazione della delibera e quando i 247 milioni di euro preventivati potranno essere scritti a bilancio. In questi giorni il consiglio comunale sar impegnato in una fase molto delicata, quella della discussione e dellapprovazione del bilancio di previsione 2013. Fino al 30 novembre il provvedimento pi importante su cui concentrare lattenzione sar quello.

LE OFFERTE
Ma il sindaco Ignazio Marino ha detto che intende portare in Aula Giulio Cesare anche il bilancio di previsione 2014 entro la fine di questanno. Dunque, la delibera sulla vendita del patrimonio comunale potrebbe slittare a gennaio. Se ci sar lapprovazione, bisogner preparare la gara: lobiettivo di concludere una parte delloperazione gi nei primi mesi del 2014 appare di difficile realizzazione, pi probabile che se ne parli in primavera.

LE ZONE
Dove sono gli appartamenti che saranno messi in vendita? Spesso nelle aree pi belle della Capitale: Trastevere, Borgo Pio, Colosseo, Prati, Largo Corrado Ricci, via della Camilluccia, via Aurelia, via Appia Pignatelli. Altre zone interessate: ci sono una cinquantina di appartamenti nellarea di via Giolitti, in via della Magliana, via Borghesiana, corso Francia, Settecamini, Ostiense e San Giovanni. Per quanto riguarda la parte degli immobili non residenziali (negozi e uffici): zona Giolitti, Prati, Borgo Pio, Campo de Fiori e Monteverde. Vi sono anche un centinaio di unit (sempre negozi o uffici) in zona Collatino-Portonaccio, via Tommaso Smith e piazza Crivelli prevalentemente.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news