LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. Piazza Plebiscito, solo piani vaghi
Carlo Knight
Corriere del Mezzogiorno 9/1/2014

In un intervento apparso sul Corriere del Mezzogiorno il 24 dicembre scorso (Il presepe Cuciniello? Esponiamolo al Plebiscito) ho cercato alcuni giorni fa di spiegare i motivi per i quali non sar semplice vitalizzare la piazza del Plebiscito. Siamo al cospetto del luogo simbolo di Napoli, insieme al Vesuvio. Non pu essere facile trasformare in area vissuta, senza comprometterne l'armonia architettonica, un monumento celebrativo dedicato prima a Gioacchino Murat, poi a Ferdinando I, e infine all'Unit d'Italia. Il nostro vecchio Largo di Palazzo carico di storia ed dotato di grandi pregi artistici. Anche perci arrestarne lo scempio per un dovere. Non ci basta la distruzione della Villa comunale? Chi rimane inerte, alla lunga diventa colpevole. Per quanto tempo ancora possiamo assistere tranquillamente all'utilizzo di piazza Plebiscito come campetto di calcio, pubblico orinatoio, dormitorio di drogati e mostra permanente d'idiozia graffitaria?
Allo scopo d'aprire un dibattito, mi sono quindi permesso d'offrire un suggerimento, forse azzardato. Ho pensato che collocare nell'ipogeo sottostante la basilica un museo del presepe napoletano consentirebbe la creazione del tanto auspicato polo d'attrazione culturale. Rispettando nel contempo la sacralit della cripta funeraria situata sotto alla chiesa. Quella cripta era infatti destinata, secondo le intenzioni di Ferdinando I, ad accogliere le spoglie dei Borbone di Napoli. Oggi il mondo cambiato. Non ci sono pi salme regali disponibili. E, qualora esistessero, difficilmente riuscirebbero ad attirare i turisti. Due cose per paiono evidenti. La prima che lo scempio (quotidianamente sotto gli occhi di tutti, compreso il prefetto e il soprintendente ai Beni architettonici) non pu continuare. La seconda che non esistono alternative in vista. Il cosiddetto progetto del Comune quanto di pi vago si possa immaginare. N si riesce a capire come il Provveditorato alla Opere pubbliche abbia potuto accettare d'intraprendere, in assenza d'informazioni, il restauro di quella cappella cimiteriale sotterranea. Non sarebbe stato doveroso, da parte del Comune, della Curia e del ministero dei Beni culturali far sapere, prima dell'inizio dei lavori, magari in via orientativa, cosa intendevano metterci dentro? invece facile fare previsioni. Il giorno in cui finalmente le istituzioni responsabili avranno preso una decisione, si dovranno richiamare i muratori. La spesa aggiuntiva sar sostenuta dai cittadini. I quali si renderanno conto dello spreco troppo tardi. Nel frattempo gli amministratori saranno cambiati. E ricomincer il solito gioco a scaricabarile.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news