LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pompei. Quattro restauratori e 11 archeologi. Ecco il personale per salvare il sito
Angelo Lomonaco
Corriere del Mezzogiorno 5/3/2014

NAPOLI Avvio di tutte le procedure necessarie a effettuare gli interventi di somma urgenza per ripristinare i muri crollati e intervenire su quelli a immediato pericolo; utilizzo di 2 milioni sui fondi ordinari della Soprintendenza speciale di Pompei, Ercolano e Stabia per interventi di manutenzione ordinaria. Ecco, queste sono le prime due decisioni prese nel vertice di ieri mattina convocato dal ministro Franceschini con il soprintendente Osanna, il direttore delle antichit Malnati, il direttore generale e il vicedirettore del Grande Progetto Pompei, Nistri e Magani, il direttore regionale per i Beni culturali della Campania Angelini e alcuni dirigenti del ministero. stata poi decisa l'accelerazione di una serie di procedure, autorizzazioni e convenzioni gi previste per rendere effettivo il Grande Progetto Pompei. Ma ora che il summit romano ha stabilito l'ovvio, cio di fare la manutenzione ordinaria e di riparare i muri crollati, si torna al problema centrale: il personale addetto a svolgere queste funzioni (e non solo queste).
Per la manutenzione dice il segretario provinciale della Cgil Funzione pubblica Gaetano Placido la Soprintendenza dispone di 5 operai. Gli archeologi oggi sono 11 e gli architetti 9, dei quali 17 assunti due anni fa sulla base della graduatoria del concorso del 2008, e provenienti dal Centro-Nord perch allora in Campania neppure un posto fu previsto. I restauratori sono 4, e operano su oggetti non sugli affreschi. I custodi 130. Sembrano molti ma non cos perch operano su tre turni (mattina, pomeriggio e notte), 25-26 a turno per un'area di 44 ettari. Un mese fa l'ultima assunzione: 4 custodi. Dieci anni fa, prima del blocco del turn over, i custodi a Pompei erano 220. Questi i numeri, che rendono improbabile un intervento radicale. E non si possono neppure confrontare con la pianta organica, che era in via di definizione prima della nuova svolta. I sindacati stavano ragionando con la Direzione regionale sulla Soprintendenza unificata quando Pompei stata nuovamente scorporata da Napoli. Cambiano continuamente i ministri e si succedono riforme e controriforme. Questo diventato un problema serio, commenta Placido. Ancora pi preoccupante, tornando ai numeri, che in Campania negli ultimi anni i Beni culturali abbiano perso 1.000-1.200 posti per i pensionamenti. E che, su base nazionale, l'organico stia scendendo complessivamente da 23 mila a 19 mila unit. Non a caso, luned, all'indomani dei primi due crolli dei giorni scorsi, Susanna Camusso ha detto: Pompei cade a pezzi: sarebbe tanto strano istituire una specie di servizio civile per quei restauri? Sarebbe molto utile utilizzare i ragazzi per difendere il nostro patrimonio artistico, ha aggiunto la segretaria nazionale della Cgil in un'intervista a la Repubblica. Sarebbe opportuno e ragionevole aggiunge il segretario della Cgil campana Franco Tavella perch una delle grandi ricchezze nazionali e regionali, forse la pi importante, rischia di sbriciolarsi e perch cos si affronterebbe l'altro grande problema costituito dalla disoccupazione giovanile. Il Grande Progetto prevede almeno 39 restauri, invece un cantiere stato chiuso e solo 4 sono operativi ma con pochissimi lavoratori, anche per il problema gravissimo dei ribassi sulle basi d'asta. Dal 2011 si parla di centinaia di assunzioni a Pompei, ma realt virtuale. Con il Grande Progetto poco cambiato. Al momento dice Placido ci risultano solo 17 assunzioni di tecnici e amministrativi. E poi, a proposito di giovani, i 500 che Bray aveva promesso di assumere nei Beni culturali in tutta Italia sono diventati ragazzi da formare, insomma stagisti per un anno. I candidati che hanno presentato domanda in Campania sono 406, in tutta Italia 21.552. Ma in ogni caso non saranno loro a risolvere i problemi di Pompei.



news

13-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news