LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Riforma Mibact, Cgil Cisl Uil: Serve una riorganizzazione partecipata

COMUNICATO FP-CGIL CISL-FP UIL-PA

Apprendiamo, da agenzie di stampa, che la attesa riorganizzazione del MIBACT stata bloccata dalla Presidenza del Consiglio. Siamo seriamente preoccupati che non si riesca a cogliere questa esigenza di cambiamento come una opportunit di svolta nella organizzazione, che tanta gestazione ha avuto in tantissimi mesi di analisi e studi fatti e si possa immaginare di perseguire finalit di ridimensionamento dei pubblici poteri connessi alla tutela beni architettonici e paesaggistici
Esprimiamo tuttavia le nostre considerazioni in merito al testo dellarticolato presentato dal ministro Dario Franceschini che colpisce immediatamente lattenzione per un duplice aspetto.
Il primo una riflessione, il secondo presenta una possibile contraddizione:
La riflessione che tutta la amministrazione centrale e periferica subisce cambiamenti strutturali e funzionali i cui effetti meritano una attenzione, pi ponderata, proprio per il contesto attuale che non pu consentire di fare salti nel vuoto. Quanto accennato serve per esprimere capacit di innovazione partecipata, anche alla luce del recente protocollo sulle relazioni sindacali. Insomma siamo anche noi propensi al rinnovamento e al cambiamento organizzativo. I cambiamenti sono di due tipi, strutturali e funzionali:
- I primi agiscono sul numero e sulle competenze delle DG e degli organi periferici modificandone la natura;
- I secondi modificano limpostazione delle attribuzioni connesse alle funzioni istituzionali (c.d. riparto di competenze) mai disgiunte sinora della tutela, conservazione e valorizzazione agendo anche sullamministrazione periferica.
La contraddizione, che andrebbe fugata, dettata dalla circostanza che mentre si cerca di ottemperare ai tagli imposti dalla spending review (riduzione dirigenti come da D.L. 90/2012) e snellire lapparato amministrativo, dallaltro lato rileviamo la attivazione di altre strutture che sono 3 direzioni generali, 17 poli museali regionali e 17 musei autonomi. Il ridimensionamento riguarda le posizioni dirigenziali, le Soprintendenze storico-artistiche, che verrebbero soppresse, e i settori degli Archivi e Biblioteche.
Il principio che si introduce in questo disegno di riorganizzazione la separazione delle politiche di tutela e quelle di valorizzazione. Cade il principio dellunicit della visione dei beni culturali e delle politiche di intervento come modalit integrata ed scelta di indirizzo destinata a mutare lo scenario . Noi rileviamo che lapproccio tecnico-scientifico tutela/valorizzazione (c.d. principio vasi comunicanti) meriti di esser salvaguardato e qui veniamo al punto cruciale che riguarda le SOPRINTENDENZE di cui si dir appresso.
E indubbio che si assiste ad uno spacchettamento dei poli museali e si conferisce autonomia gestionale a 17 musei. La creazione di 17 poli museali regionali (di fatto altre Direzioni regionali dedicate ai soli musei che risponderebbero a una distinta Direzione generale) inoltre a nostro avviso non condivisibile, in quanto costituisce una duplicazione di strutture e catene di comando creata a spese degli organi di tutela.

E una scelta politica anchessa di rilevante impatto. Ci sono effetti che vanno tarati sulle risorse umane ( aspetti anche gestionali) che sono attualmente ridotte allo stremo in tante realt. Lipotesi di loro redistribuzione in tutte queste strutture ha un evidente impatto organizzativo sulla gestione molto problematica e almeno nella fase iniziale si possono determinare lacune sullandamento delle attivit. Tale preoccupazione scaturisce dalla considerazione che una siffatta rivoluzione del sistema museale statale suggerirebbe almeno la introduzione di un percorso sperimentale, con differenti fasi attuative al fine di poter effettuare correttivi e intervenire su criticit.
Si istituiscono le Soprintendenze miste BELLE ARTI E PAESAGGIO che costituiscono larticolazione periferica - ossatura fondamentale dellordinamento statale -, osiamo dire di diretta attuazione dellart. 9 della Costituzione. E una decisione molto grave, quella di accorpare tutte le Soprintendenze architettoniche e quelle storico-artistiche. E noto che tali strutture hanno costituito e costituiscono un serbatoio qualificato perch il criterio della competenza tecnico-scientifica, che trova la sua massima espressione nellesercizio della tutela, consente di non abbassare la guardia e non indebolire lefficienza della salvaguardia dellingente patrimonio culturale del nostro Paese. Vale la pena su questo punto soffermarsi perch occorre chiarezza fugando ogni perplessit.
A parte le considerazioni sopra riportate, punto delicatissimo e tassello fondamentale per la tenuta del sistema di tutela un altro. Vale a dire non solo il mero mantenimento delle potest in capo a strutture pubbliche capaci di intervenire con competenza ed efficacia nellequilibrio dei poteri centrali e delle autonome locali, ma anche quello del rafforzamento dei presidi sul territorio.
In tali strutture, non va dimenticato, sono impiegate professionalit diverse (architetti, archeologi restauratori, ingegneri, storici dellarte) in prima linea per la tutela del paesaggio e del patrimonio culturale ragion per cui si deve cogliere l opportunit e lurgenza proprio attraverso lidea di riforma e di riorganizzazione, di colmare quel deficit di risorse umane e strumentali che una semplice ricognizione farebbe emergere in tutta la sua drammaticit.
Non siamo concordi con quanti ritengono di ridimensionare le potest di questi organi e riteniamo indispensabile invece un rilancio e una valorizzazione per imprimere una svolta proprio nella relazione tormentata tra potest amministrative territoriali e controllo di legalit sul territorio e perch no, anche di qualit allorquando si parla di nuove pubbliche amministrazioni.

Roma, 30 luglio 2014



news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news