LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Giovanna Melandri: una bocciatura per Urbani
Stefano Miliani
KwArt News, 15/10/2002

L’ex ministro per i Beni culturali giudica il parere del Consiglio di Stato ‘una sconfitta per le politiche sui beni culturali del governo’
ROMA - Giovanna Melandri, ex ministro per i Beni e le attività culturali, deputata Ds, non ha dubbi: a suo giudizio “è una vera e propria bocciatura della politica culturale del ministro Urbani” il parere negativo del Consiglio di Stato al regolamento di attuazione dell’articolo 10 che di fatto paralizza l’articolo 33 della scorsa Finanziaria, quello sulla valorizzazione dei beni culturali dove si prevedeva di creare società miste con privati per la gestione dei musei.
Come valuta il parere dell’organo statale?
Prima di tutto vorrei fare un ragionamento generale. Non c’è interlocutore istituzionale che, da un anno a questa parte, non abbia sottolineato gli errori dell’attuale gestione dei beni culturali. Ci sono stati i giudizi del Consiglio nazionale dei beni culturali, perfino quello del Presidente della Repubblica con il richiamo sulla Patrimonio Spa, le associazioni di tutela hanno fatto un fronte comune contro le politiche culturali di questo governo e noi all’opposizione diciamo che sbagliano. Ora c’è questo atto del Consiglio di Stato sul regolamento: quel regolamento che era già stato contestato duramente da un’opinione pubblica avvertita in Italia e anche all’estero.
E quindi?
La bocciatura del Consiglio di Stato boccia Urbani e le sue idee perché quel provvedimento era un po’ l’asse strategico della politica del governo in materia. Ma non solo era sbagliato, non teneva nemmeno conto della legislazione vigente. Il ministro continua a fare brutte figure. Dimostra di non sapere che il nuovo titolo V della Costituzione è in vigore. Ora, se vuole insistere su questa strada, deve presentare un disegno di legge che fissi i principi fondamentali.
Tecnicamente si tratta proprio di una bocciatura?
Lo è. Il parere è di estrema chiarezza e durezza, comporta l’azzeramento dell’articolo 33 della scorsa Finanziaria. Ripeto: se il ministero insiste su questa strada, per noi errata, deve predisporre un testo di legge, non solo un regolamento. Sto ai fatti: a luglio il Consiglio ha espresso perplessità, il 26 agosto ha definitivamente deciso di non dare parere favorevole e quindi ha bocciato lo schema perché il Regolamento non è lo strumento idoneo. Immaginavo che avremmo visto una norma al riguardo nella nuova Legge finanziaria di quest’anno, ma non se ne vede traccia. Perciò mi auguro che abbiano cambiato idea. Certo sarebbe una sconfitta cocente per Urbani, il suo unico punto descritto con chiarezza è stato paralizzato, però una sarebbe scelta saggia per evitare ulteriori danni. Oltre tutto non c’è solo un problema aperto sul rapporto tra pubblico e privato, c’è anche sul partnerariato tra Stato centrale e le Regioni. L’articolo 33 non solo era una pericolosa fuga in avanti, per me propagandistica, nei confronti dei privati (i musei non sono aziende per fare soldi, il loro utile è la cultura): era una fuga in avanti anche rispetto all’ordinamento giuridico. Inoltre non c’è privato al mondo a cui si possa affidare gestione di un museo secondo i criteri del ministro, che aveva distinto tra gestione e tutela come se fosse possibile separarle. Siamo al buio assoluto. Dopo un anno e mezzo possiamo dirlo. Senza contare la paralisi dei cantieri di restauro, le minori risorse ai beni culturali. Il quadro è molto fosco.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news