LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Veronese, ritorno in Veneto. Cinque mostre e uno stretto legame con la National Gallery di Londra
di Enrico Tantucci
14 giugno 2014




INVIATO A LONDRA. Veronese torna a casa, partendo da Londra dove ieri stato presentato - nella sede dellIstituto Italiano di Cultura, dal vicepresidente della Regione Veneto Marino Zorzato, da Paola Marini, direttore del museo di Castelvecchio e da Guido Beltramini direttore del Palladio Museum di Vicenza - il progetto Il Veneto di Paolo Veronese che dedicher una lunga stagione espositiva al grande pittore veneto rinascimentale, in unideale staffetta proprio con Londra, come ha sottolineato anche Zorzato. Qui si conclude infatti domani alla National Gallery la stupenda mostra Veronese: Magnificence in Renaissance Venice - aperta dal 19 marzo - che raccoglie circa cinquanta opere di grande formato dellartista, con prestiti straordinari dallItalia, dalla Francia, dalla Spagna e dagli Stati Uniti, con eccezionali confronti, come quello tra Il martirio di San Giorgio, pala daltare del 1565 considerata uno dei capolavori assoluti di Paolo Caliari - questo il vero nome del pittore - che ha lasciato per la prima volta la Chiesa di San Giorgio in Braida di Verona, posta accanto al grandioso La famiglia di Dario ai piedi di Alessandro della National, dipinta nello stesso anno. O, ancora, quello tra le due versioni di Ladorazione dei Magi, entrambe dipinte nel 1573: luna conservata nella chiesa veneziana di San Silvestro (e ora nelle collezioni della pinacoteca londinese) e laltra proveniente dalla chiesa di Santa Corona a Vicenza.

Il nuovo itinerario veneto dedicato allartista parte da qui, anche perch vedr la stessa National Gallery tra gli organizzatori - con il Comune, lUniversit, la Direzione Musei e la Soprintendenza di Verona - della grande mostra Paolo Veronese. L'illusione della realt al Palazzo della Gran Guardia, curata da Paola Marini con Bernard Aikema. Sar il fulcro delle celebrazioni veronesiane e vedr esposte oltre 100 opere, delle quali una trentina delle pi importanti direttamente dalla mostra londinese. In esse saranno analizzate la formazione di Veronese, con il suo apprendistato a Verona nella bottega di Antonio Badile, di cui poi spos la figlia. Quindi, i suoi rapporti con larchitettura e gli architetti, da Michele Sanmicheli a Jacopo Sansovino fino ad Andrea Palladio. Sanmicheli, in particolare lo introdusse alle innovazioni manieristiche. Il dialogo tra larchitettura reale del Palladio e quella immaginaria del Veronese, una delle caratteristiche della decorazione di Villa Barbaro a Maser, che abbonda di finte porte, finte nicchie, che dilatano lo spazio verso paesaggi realistici o cieli in cui sono inscenate le rappresentazioni allegoriche.

Ma la mostra tratter anche il tema della committenza veronesiana, i suoi soggetti allegorici e mitologici, quelli religiosi, fino a occuparsi delle collaborazioni artistiche che egli intrecci e alla sua bottega. Da Londra arriveranno anche le quattro straordinarie Allegorie della National che erano probabilmente conservate in un palazzo patrizio veneziano. Oltre ai dipinti, la mostra della Gran Guardia proporr anche un nucleo di disegni di fondamentale importanza per i livelli eccelsi della grafia, e importanti anche per capire lo studio e la progettazione delle opere di grande formato.

Anche Padova sar protagonista, al Museo degli Eremitani e alla Basilica di Santa Giustina, dal 7 settembre e fino all11 gennaio, con la mostra Veronese e Padova. Lartista, la committenza e la sua fortuna incentrata sul rapporto del pittore con la citt quando, nella maturit, arriva da Venezia dopo il 1555 e qui con la committenza dei benedettini realizza opere importanti: dal Martirio di Santa Giustina, alla Ascensione di Cristo dalla Chiesa di San Francesco a Padova. Esposte una cinquantina di opere che indagano anche sugli eredi veronesiani sul territorio: dallo Zelotti al Varotari, per arrivare a Sebastiano Ricci.

Nello stesso periodo, a Castelfranco Veneto, al Museo Casa del Giorgione, sar allestita Veronese nelle Terre di Giorgione, dedicata soprattutto ai frammenti della decorazione di Villa Soranzo a Treville, progettata da Sanmicheli e demolita nellOttocento, e ai legami dellartista veronese con il territorio castellano. Alcuni degli affreschi staccati e conservati nella sagrestia del Duomo di Castelfranco, restaurati, saranno esposti per loccasione aCasa Giorgione.

Infine, a Bassano del Grappa, a Palazzo Sturm, dal 14 settembre al 19 gennaio nellesposizione Veronese inciso. Stampe da Veronese dal XVI al XIX secolo sar esposta una selezione di grafiche da Veronese provenienti dalla collezione tardosettecentesca di Giuseppe Remondini. Le cinque tappe espositive in Veneto di questo Grand Tour veronesiano (c anche Vicenza, come riferiamo a parte) saranno completate da un itinerario diffuso con 32 mete - ville, chiese, palazzi o musei - che nella regione conservano affreschi o opere di Veronese, da Villa Maser a Santa Giustina, allargandosi anche a chiese veneziane come San Sebastiano, o ai soffitti della biblioteca Marciana e di Palazzo Ducale.

http://mattinopadova.gelocal.it/cronaca/2014/06/14/news/veronese-ritorno-in-veneto-1.9424199


news

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

03-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 DICEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news