LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENEZIA - Quando la soprintendente era seria e incuteva terrore
17 agosto 2014 la Nuova Venezia


PUNTURINE di Roberto Bianchin

Cera una volta, parecchi anni fa, una signora dallet indefinibile e dallaspetto severo, il cui nome incuteva terrore soltanto a pronunciarlo. Lavorava e viveva nella citt che fu Serenissima. Era seria, rigorosa, intransigente. Nel fare come nellapparire. Vestita allantica, come una maestra di scuola di altri tempi. Poche parole, rarissime interviste, tiv praticamente mai, bacchettate sulle mani molte. Senza guardare in faccia nessuno. Si chiamava Margherita. E aveva il destino scritto nel cognome: Asso. Nomen omen, mai fu pi vero di cos. Faceva la soprintendente ai monumenti nella citt pi delicata e pi difficile del mondo. E lo faceva con tale rigore che la chiamavano la Thatcher della laguna. Molti veneziani la adoravano. Perch da lei si sentivano protetti. Perch era la custode inflessibile della citt, della sua storia millenaria e della sua insopportabile bellezza. La vestale del tempio. Perch non lasciava attaccare nemmeno una puntina da disegno. La detestavano gli affaristi. Quelli pronti a speculare su ogni cosa per denaro. A devastare ogni cosa, a costruire qualunque cosa, non importa cosa. Guarda come cambia le cose - non sempre in meglio - il tempo che passa. Le soprintendenze, che una volta erano solo ai monumenti (e bastava per far capire, ogni angolo dItalia un monumento), oggi hanno adottato mille nomi fantasiosi: soprintendenze ai beni storici, artistici, ambientali, culturali, architettonici, paesaggistici, persino ai beni etnoantropologici (non uno scherzo, esiste davvero!). E per lo pi, sar il tempo che passa, sar la mutazione dei costumi, invece di proteggere il Belpaese contribuiscono anche loro a devastarlo. Il che molto pi grave. Prendete, ad esempio, la soprintendenza ai beni di qualcosa della citt che fu dei Dogi, che ha buchi larghi come un formaggio di gruviera. Buchi dove passa di tutto. Dove vengono autorizzati, chiss come mai, i peggiori obbrobri. Come gli orribili lampioni spuntati in questi giorni al Lido nel piazzale di Santa Maria Elisabetta gi devastato da un restauro demenziale e da quei pontili allucinanti, anche questi incredibilmente autorizzati da una soprintendenza fuori controllo: freddi e spettrali croci di ferro al posto dei vecchi, delicati lampioni in vetro di Murano a forma di fiore. Da condannare allesilio progettista e soprintendente. Lelenco dei guasti, del resto, lungo. Lineffabile soprintendenza lagunare non ha avuto niente da dire su storici palazzi sventrati e trasformati in locande, su antiche dimore divenute affittacamere e lupanari, su bar e ristoranti aperti dove non si potrebbe, su alberghi leggendari come il des Bains distrutti per ricavarne appartamenti (fortuna che loperazione fallita), su lavori imponenti che hanno devastato la laguna (dicono che non loro competenza, ma mare e laguna non sono beni ambientali?), su progetti deliranti come limbarazzante ristrutturazione del Fontego dei Tedeschi avviata grazie alla complicit di una soprintendentessa arruolata nelle vesti di consulente, prima che si scoprisse che il suo nome, ahinoi, era stato inserito per errore nella lista dei prestigiosi collaboratori dello scempio. Ma guarda! Altro che Senato, Province, Prefetti. Per quel che servono, meglio che il boy scout che governa il Belpaese pensi ad abolire le soprintendenze. Tanto, in citt come Venezia, gi venuto meno ogni tipo di controllo. Al punto che sulle spiagge non circolano pi soltanto i vu cumpr (niente ipocrisie, si chiamano cos da sempre), ma giganteschi negozi ambulanti di stracci lunghi quattro metri (visto al Blu Moon). Ha ragione il signore che passeggia per via Garibaldi con una maglietta a lutto: Grazie politici, Venezia xe un casn. r.bianchin@repubblica.it



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news