LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - NICOSIA. Degrado e carenza di manutenzione
Giulia Martorana
LA SICILIA Venerd 22 Agosto 2014 Enna

Nicosia. Monta la polemica contro l'Amministrazione comunale per lo stato di abbandono dei quartieri storici



Nicosia. Degrado e mancanza di progetti. Questa la realt per molti quartieri storici della citt, abbandonati, sporchi, con case fatiscenti e pericolanti. Per quanto meritevoli possano essere le iniziative di cittadini e associazioni, che ripuliscono stradine, parchi, vicoli e aiuole, impensabile che tutto sia lasciato al volontariato. Nei gironi scorsi il Mdt ha ripulito Santa Maria Maggiore, tra qualche giorno un gruppo di giovani ripulir l'area del castello, ma senza una manutenzione costante che deve essere garantita dal Comune che incassa comunque i tributi pagati dai cittadini, il degrado ritorner presto. Nell'agosto del 2012, esattamente due anni fa, l'allora assessore al Turismo Carla Mancuso, che poco dopo si era dimessa, aveva avviato un progetto per il recupero di alcuni quartieri antichi e ad organizzare la ricezione turistica sul modello dell'albergo diffuso. Un progetto che se portato avanti, in due anni avrebbe gi prodotto i primi frutti, ma del quale si persa ogni traccia, come nessuna iniziativa concreta stata avviata per incentivare il sistema turistico di Nicosia. A dicembre del 2011, la precedente amministrazione aveva aderito al progetto "albergo diffuso", sostenuto dalla Provincia e da Confartigianato.
Subentrata l'amministrazione Malfitano, l'ex assessore Mancuso aveva cercato di portare avanti l'iniziativa che prevedeva il recupero di Santa Maria Maggiore e un piano di ospitalit integrato nel territorio, nella sua cultura e nella sua comunit. L'obiettivo era recuperare e salvare contesti architettonici ed urbanistici che vanno scomparendo e che proprio per questo sono sempre pi ricercati dai turisti. L'albergo diffuso riguarda quartieri da salvaguardare e proprio per questo la normativa prevede la possibilit di deroghe all'altezza dei vani e relativi servizi previa delibera del consiglio comunale. Uno strumento che permette di salvare dalla distruzione zone di interesse storico e culturale e che, allo stesso tempo, pu essere di richiamo per i visitatori. Si tratta di una offerta di servizi alberghieri a ospiti alloggiati nei diversi edifici che lo compongono e quindi nelle abitazioni ristrutturate di un quartiere o di un vicolo. Un'altra soluzione che non stata neanche presa in esame, quella della vendita a pochissimo prezzo di edifici abbandonati, con l'obbligo per l'acquirente di ristrutturarli, come avvenuto a Gangi, il piccolo centro a 30 chilometri da Nicosia, eletto borgo pi bello d'Italia e del quale parla anche la stampa internazionale. L'idea della Mancuso, che una funzionaria della SOpRINTENDENZa era promuovere un progetto di valorizzazione e di promozione del turismo culturale finalizzato al recupero del patrimonio storico, paesaggistico ed archeologico da far rivivere, ma nessuno dopo le sue dimissioni, lo ha portato avanti.



22/08/2014



news

13-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news