LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

STORIA AFFITTASI, PREZZI MODICI - Da Genova a Selinunte, comuni e soprintendenze cedono luoghi artistici per eventi. Ma solo in pochi battono cassa.
di Bianca Stancanelli
Panorama 3 settembre 2014



Il vero capolavoro opera di un artista. Non un gran nome: un giovanotto in cerca di pubblicit che a Roma, in una notte di novembre, ha deposto al Circo Massimo un'opera alta 3 metri e pesante 2 tonnellate Si aspettava uno scandalo. Invece, silenzio. Per due mesi la cosa ha sostato sullo sfondo del Palatino. Finch una piccola rivista d'arte ha domandato chi Francesco Visalli e quanto ha pagato per quest'occasione irripetibile? A quel punto il comune s' svegliato, l'opera e stata rimossa, l'artista minacciato di multe milionarie
Sette mesi dopo, nessuna multa. Dal Campidoglio assicurano che Visalli subir un processo. Nel frattempo, per, chiunque si aggiudichi una location eccellente pu contare su uno scandalo istantaneo. successo a Selinunte, provincia di Trapani, quando ai primi di agosto Sergey Brin e Larry Page, fondatori di Google, hanno organizzato una serata di gala ai piedi del tempio di Hera. Ospiti illustri, da Bill Gates a John e Lapo Elkann, dal magnate indiano Lakshmi Mittal a Jovanotti. Non condivido quest'uso consumistico dei beni archeologici si sdegnata Pina Furnari, assessore alla Cultura della disastrata Regione Siciliana.
Ci vorrebbe un Google all'anno per rimettere in sesto le cose qui da noi si compiace Marco Campagna, assessore alla Cultura del Comune di Castelvetrano. In cambio dell'accesso ai templi per una notte, Google ha pagato 7 mila euro d'affitto pi altri 40 mila per ripulire il parco, risistemare i bagni e rifare l'illuminazione notturna. Cosi dopo 30 anni, la soprintendenza ha potuto varare alcune aperture serali dei templi. Centinaia di persone si sono messe m fila, ansiose di visitare un luogo ancora fresco di impronte vip. Commenta Campagna II parco di Selinunte l'area archeologica pi grande d'Europa. Senza intervento privato, come possiamo tenerlo in ordine?
In un Paese che ha un patrimonio immenso e spende in cultura un ridicolo 0,11 per cento del Pil, l'obiezione ha un fondamento. Ma le polemiche sono sempre in agguato. Anche perch capita spesso che scenari incomparabili vengano assegnati per un'elemosina. successo a Roma nel giugno scorso, quando il Campidoglio ha affittato per 7.934 euro l'intero Circo Massimo per il concerto dei Rolling Stones. Opposizioni e associazioni dei consumatori sono insorte. Roma, grazie ai 60 mila spettatori, ha incassato 25 milioni di euro in un giorno si difeso il sindaco, Ignazio Marino. Ma la sua giunta dovuta correre ai ripari, varando in velocit la revisione della tassa di occupazione del suolo pubblico. Al prossimo concerto, sostengono in Campidoglio, le vecchie glorie del rock dovranno sborsare 200 mila euro per ottenere il Circo Massimo.
Il prezzo giusto? In realt, ogni comune, ogni soprintendenza fa di testa sua. A Genova, per dire, la Fondazione Palazzo Ducale affitta il salone del Maggior Consiglio per 5 mila euro. Allo stesso prezzo, a Torre Annunziata, una societ britannica si aggiudicata per una sera di luglio l'ingresso esclusivo agli scavi di Oplonti: gli 80 invitati alla cena nel giardino della Villa di Poppea hanno dovuto sfilare tra agguerriti contestatori. Ma cene e pranzi negli scavi si sono fatti fin dal Settecento dicono alla soprintendenza di Pompei, che affitta (dai 15 mila euro in su) anche lanfiteatro dellantica citt romana.
A Venezia il comune ha concluso un accordo con Only the brave, la holding di Renzo Rosso. In 3 anni la societ finanzier con 5 milioni di euro il restauro del Ponte di Rialto, in cambio potr utilizzare per eventi una volta piazza San Marco, due volte il Teatro La Fenice, Palazzo Ducale e Ca' Rezzonico e quattro volte Ca' Vendramin Calergi.
Quali eventi saranno, ancora da vedere. Finora la fantasia nazionale non andata oltre cene e cocktail. Nel giugno del 2013 l'allora sindaco di Firenze Matteo Renzi concesse Ponte Vecchio alla Ferrari per una cena di gala. Prezzo: 2.489 euro. Una miseria. Polemiche alle stelle. Tanto che Comune e Ferrari si affrettarono a stilare un contratto per un paio di restauri, 60.500 euro in tutto. Ma a Firenze devono avere imparato la lezione: per allestire una cena sul ponte Santa Trinita, due mesi fa, lo stilista Stefano Ricci si impegnato a finanziare con 350 mila euro la nuova illuminazione di Ponte Vecchio. Renzi era l'ospite d'onore.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news