LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

RAVENNA - Vicino alle torri della Sarom non volano pi gli uccelli
di Matteo Maffucci e David Diav Vecchiato
"Il Fatto Quotidiano", 29 set. 2014




IL BOOM ECONOMICO IL POTERE DEL PETROLIO A SCAPITO DEL FUTURO
Perch quel fumo giallo?. Perch c' il veleno. Ma allora se un uccellino passa l in mezzo muore?. Ma ormai gli uccellini lo sanno e non ci passano pi. Nellultima scena di Deserto Rosso di Michelangelo Antonioni il piccolo Valerio chiede a sua mamma Giuliana, Monica Vitti, perch la fabbrica di suo pap avveleni laria. Suo padre Ugo, dirigente alla Sarom (Societ Anonima Raffinazione Olii Minerali), industria petrolchimica della zona industriale di Ravenna il cui simbolo sono le due torri Hammon, gli impianti di raffreddamento alti 55 metri dallarea di oltre 2500 metri quadri, protagonisti del paesaggio apocalittico del film che ancora oggi svettano guardando verso il porto. Questa esplosione di vita ha una data d'origine, il 1951, quando su una landa non ancora bonificata si cre la prima colonna della raffineria Sarom. Un ravennate, Attilio Monti, il pioniere di questo sviluppo. In pochi anni cresciuta una foresta d'acciaio. Qui l'acqua e il fuoco collaborano per provocare le trasformazioni che fanno dei derivati del petrolio i prodotti pi richiesti del mondo moderno. Il cinegiornale del 18.10.1962 descriveva il magnate Monti come un eroe del boom economico e i suoi operai come novelli scienziati che sanno che il futuro in buone mani e per i quali la fatica fisica solo un ricordo. E lavorare alla Sarom era considerato effettivamente un privilegio tra Ravenna e dintorni. Serviva una raccomandazione per raggiungere quella meta e quei salari.
Ben diversi gli scenari dipinti dal profetico Antonioni appena due anni dopo in Deserto Rosso. Rumori distorti e assordanti di fabbrica, mare e paludi nere, aria grigio cemento, il verde scomparso dalle campagne e, in questa desolazione, una borghesia ipocrita e disumana che si riscattata dalla vita contadina dei padri tagliando i legami coi propri valori e con la natura stessa: Il mito della fabbrica condiziona la vita di tutti, qui, la spoglia dimprevisti, la scarnifica, il prodotto sintetico domina, prima o poi finir per rendere gli alberi oggetti antiquati, come i cavalli, dichiar il regista. Lunica a non accettare quella condizione alienante la tormentata Giuliana. C qualcosa di terribile nella realt e nessuno me lo dice, afferma. Cosa cera di cos oscuro dietro la Sarom? Oscura fu la scalata del petroliere Monti, il cui primo deposito per il petrolio fascista della Libia a Porto Corsini gli fu intestato dallamico squadrista Muti, e che dal 1952 a met anni 70 edific raffinerie in 5 citt italiane e un grattacielo a Milano, acquist lEridania, cinque testate giornalistiche e unagenzia economica, aerei e ville in Florida e Costa Azzurra e molto altro, coi contributi statali. Nel 1973 compr la rete di distributori di benzina e due raffinerie della BP (British Petroleum) ma la crisi petrolifera colp le sue aziende, e i debiti accumulati per 541 miliardi di lire gli furono pagati dallEni, allepoca statale, che gli compr la Sarom nel 1981 tirandolo fuori dai guai e chiudendola solo 4 anni dopo.
Oscuro oggi il destino di questampia area industriale dimessa. Qui sarebbe dovuta nascere la Cittadella della Nautica, unoasi di aziende e di artigiani legati al mondo della navigazione. Le due torri si sarebbero abbattute per lasciare spazio a un palazzo della memoria, ma durante la discussione, se abbatterle o no, i 2,6 milioni di euro previsti per il progetto sono stati destinati dal Comune ad altro uso. E larea resta in malora. Oscuro infine il destino degli operai che persero il posto alla chiusura della Sarom e che in molti casi si ammalarono di cancro per la lunga esposizione allamianto e ad altre sostanze tossiche, per i quali lotta l'Associazione Esposti Amianto affinch vengano risarciti in quanto vittime di patologie professionali. Gi, perch gli uccelli di Deserto Rosso possono evitare i veleni migrando lontano, come l'ingegnere Corrado Zeller interpretato da Richard Harris che trasferisce la sua attivit in Patagonia, ma gli operai del polo industriale di Ravenna sono rimasti appesi all'amo della contingenza e avvelenati, come il pinguino che lartista di questa settimana, il francese Veks Van Hellik, ha immaginato di dipingere su una delle due torri Hammon.



news

13-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news