LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

EXPO, MIBACT: BRONZI DI RIACE NON SONO TRASPORTABILI
Pubblicato il 08 ottobre 2014


Franceschini: dibattito chiuso, da commissione posizione molto chiara


La Commissione scientifica istituita dal ministro Franceschini per verificare la trasportabilità dei Bronzi di Riace ha espresso 'parere negativo ' e sconsiglia di sottoporre le due sculture greche ad un nuovo spostamento, non potendo escludere 'un pregiudizio alcuno per la loro integrità e conservazione'.
La commissione era stata istituita con Decreto ministeriale dell’8 settembre 2014, in seguito alla formale richiesta di prestito pervenuta dalla Regione Lombardia per verificare la possibilita? di esporre i Bronzi di Riace in occasione dell’Expo Universale di Milano "La risposta è molto chiara e chiude il dibattito, il lavoro per noi ora sarà quello di rafforzare tutte le iniziative già in essere affinché i visitatori di Expo allunghino la loro permanenza in Italia, per vedere la bellezza che tutto il nostro Paese offre, a cominciare dal Museo Archeologico di Reggio Calabria". Commenta il ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo

Roma, 8 ottobre 2014



Expo, Mibact: Bronzi di Riace non sono trasportabili Da commissione scientifica parere negativo, statue fragili, rischi troppo alti
La Commissione scientifica istituita dal ministro Franceschini per verificare la trasportabilità dei Bronzi di Riace ha espresso 'parere negativo ' e sconsiglia di sottoporre le due sculture greche ad un nuovo spostamento, non potendo escludere 'un pregiudizio alcuno per la loro integrità e conservazione'.
La commissione era stata istituita con Decreto ministeriale dell’8 settembre 2014, in seguito alla formale richiesta di prestito pervenuta dalla Regione Lombardia per verificare la possibilita? di esporre i Bronzi di Riace in occasione dell’Expo Universale di Milano.
In questo mese di lavoro la commissione ha esaminato tutta la documentazione disponibile sui restauri effettuati nel corso degli anni e tutte le indagini scientifiche, da quelle relative agli esiti di invasivi micro-carotaggi, alle gammagrafie, alle radiografie. Ne è emersa l’esistenza di vari problemi conservativi nelle sculture; la presenza di numerose e diffuse micro-fessure; problemi di tenuta delle saldature antiche che hanno causato un indebolimento della tenuta strutturale del “sistema statua”. Per tutte queste ragioni, nella relazione finale inviata questa mattina al ministro Franceschini (a breve disponibile sul sito del ministero), la commissione ha espresso un parere negativo sulla trasportabilita? delle due sculture greche, non potendo in alcun modo escludere un 'pregiudizio alcuno per la loro integrita? e conservazione'.
La commissione è stata presieduta da Giuliano Volpe, ordinario di archeologia all’Università di Foggia, e composta da Simonetta Bonomi, soprintendente per i beni archeologici della Calabria, Gisella Capponi, direttrice dell’Istituto Superiore per la conservazione e il restauro, Gerardo De Canio, responsabile del laboratorio dell’unità tecnica “Tecnologia dei materiali” dell’ENEA, Stefano De Caro, direttore dell’ICCROM, Daniele Malfitata, direttore dell’Istituto per i beni archeologici e monumentali del CNR, e Bruno Zanardi, associato di teoria e tecnica del restauro presso l’Università di Urbino.

Roma, 8 ottobre 2014


Bronzi, Franceschini: dibattito chiuso, da commissione posizione molto chiara
"La risposta è molto chiara e chiude il dibattito, il lavoro per noi ora sarà quello di rafforzare tutte le iniziative già in essere affinché i visitatori di Expo allunghino la loro permanenza in Italia, per vedere la bellezza che tutto il nostro Paese offre, a cominciare dal Museo Archeologico di Reggio Calabria"
Così il ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini commenta il parere negativo della commissione scientifica del Mibact sulla trasportabilità dei Bronzi di Riace in occasione dell'Expo di Milano.
"Ringrazio davvero il Presidente Giuliano Volpe e tutti i componenti la Commissione per il lavoro approfondito che hanno fatto e in un tempo così breve - dichiara il ministro Franceschini - il livello di assoluta e indiscussa competenza dei componenti e la totale libertà da condizionamenti nella quale hanno potuto confrontarsi e decidere, è la garanzia migliore della fondatezza della decisione.
Ho detto, appena ricevuta la richiesta ufficiale del Presidente della Regione Lombardia di avere i Bronzi a Milano per Expo, che prima di una qualsiasi decisione "politica" sul merito, occorreva avere un parere scientifico sulla possibile trasportabilità. Ora la risposta è arrivata molto chiara e chiude il dibattito.
Il lavoro per noi ora sarà quello di rafforzare tutte le iniziative già in essere affinché i visitatori di Expo allunghino la loro permanenza in Italia, per vedere la bellezza che tutto il nostro Paese offre, a cominciare dal Museo Archeologico di Reggio Calabria".

Roma, 8 ottobre 2014

Ufficio Stampa MiBACT
Tel. 06-67232261

http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_1324431138.html


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news