LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TERAMO-Chiesa di San Giuseppe Teramo, allarmi inascoltati, il tetto crollato
www.primadanoi.it, 09/10/2014

La denuncia dellassociazione Teramo Nostra

L'associazione Teramo Nostra pi volte in passato ha segnalato il rischio del crollo del tetto della importante e preziosa chiesa di San Giuseppe.
La disattenzione della Sovrintendenza dell'Aquila, avvisata da noi a tempo debito con una missiva all'architetto De Ritis, alla quale non abbiamo mai ricevuto risposta, ha portato inevitabilmente al crollo, denuncia oggi lassociazione.
L'incuria e la non tutela della Sovrintendenza, l'inibizione ai fedeli di fruire del culto del Santo, minaccia la perdita irreparabile dell'importante monumento caro alla comunit per l'arte e la storia che rappresenta.
La storia di questa chiesa parte dal XIV secolo, come testimoniato da una lapide incisa che racconta "Il miracolo della fonte", l'edificazione della chiesa e l'importante fontana opera di Luca Di Manoppello.
In epoca romana nel sito era collocato il tempio di Venere. La scultura di una Venere vestita e acefala fu rinvenuta in quel punto e conservata dalla famiglia Tulli proprietaria del luogo - i Tulli aderirono alla Repubblica partenopea nel 1799 e furono uccisi nella strage del Borghetto. Il palazzo nobiliare in corso San Giorgio fu devastato dal popolo sanfedista, bruciando documenti scritti e mutilando le opere plastiche ritenute indecenti, cos che la statua di Venere, con la sistemazione della villa comunale, fu posta vicino al laghetto e adesso collocata degnamente all'interno del Museo archeologico.

L'imponente altare barocco ligneo rivestito di oro zecchino che incornicia 4 teli sulla storia di Cristo dipinti dal polacco Sebastian Majewski nei primi decenni del XVII secolo.
Il soffitto ligneo dipinto con festoni barocchi con al centro il presepe una caratteristica riscontrabile in poche chiese del territorio.
L'incuria inizi circa 20 anni fa, racconta lassociazione Teramana, con l'utilizzo improprio del gruppo catecumenale che ne stravolse l'assetto decorativo introducendo moquette e sedie di plastica, tamponando la cappella di San Giuseppe decorata da Ugo Sforza, e rimuovendo l'altare di San Rocco con la scultura policromata del XIV secolo raffigurante la Madonna della Neve che stata trasferita nel palazzo vescovile. L'incuria e le gravi manomissioni e stravolgimenti, nonostante le nostre sollecitazioni, ci inducono a proseguire la protesta e a chiedere interventi di consolidamento e di ripristino e non lasciare che il sacro luogo deperisca ancora di pi. Per vari secoli la chiesa fu custodita dalla famiglia di Pietro, fino alla fine degli anni Sessanta. Un suo componente, Vincenzo, celebre organaio, aveva la funzione di segretario della Confraternita dei falegnami che aveva sede nella chiesa dedicata al patrono di questi artieri.



news

24-01-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2020

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

Archivio news