LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

I VINCOLI AI NEGOZI STORICI
UGO CARUGHI
09 ottobre 2014 LA REPUBBLICA




CHI scrive all'epoca cur il vincolo della libreria Guida, espressamente riferito alle attivit che vi si erano svolte e vi si svolgevano (la famosa "saletta rossa", frequentata da Ungaretti, Moravia, Pasolini). Non servito. Recentemente, con l'associazione Docomomo Italia per la tutela dell'architettura moderna, abbiamo offerto la disponibilit a collaborare al censimento dei cinema storici. Ma che efficacia avranno i nuovi decreti? A partire dagli anni '80, quando tent di vincolare alcune librerie storiche romane, il ministero sub brucianti sconfitte giurisdizionali a seguito dei ricorsi. I casi di vincolo incentrati sull'attivit sono rarissimi. Ad esempio, quello che nel 1983 fu apposto sulla fiaschetteria "Da Cesaretto" a Roma, frequentata da Fellini, Guttuso, Flaiano, De Chirico, o, pi di recente, appunto la libreria Guida. Ma quando, negli anni '90, la Soprintendenza napoletana tent di vincolare alcuni negozi storici di Gay Odin anche per l'attivit, oppure la libreria Treves in via Toledo, le iniziative furono bloccate sul nascere. In realt, ci che i due decreti del ministro prevedono gi nella legge di tutela che, comunque, rivolta alle cose, pi che all'uso che se ne fa, anche perch impossibile vincolare il mercato. Lo si pu, in certi casi, orientare. Certo, l'individuazione di due attivit, cinema e librerie, a certe condizioni suscettibili di tutela, farebbe pensare a una pi ampia presa di coscienza rispetto all'episodicit dei singoli casi. Ma, allora, perch non considerare anche i bar storici? E le antiche farmacie? E i ristoranti? E le vinerie? E i teatri? evidente che non si pu tener viva l'identit collettiva con una sommatoria di vincoli passivi riferiti a categorie autonome individuate in astratto. Se l'interlocutore il mercato, cerchiamo di rispondere su un piano pertinente, guardando al sito piuttosto che al monumento isolato. Portando, cio, la tutela alla dimensione urbanistica, in cui entrerebbe anche la regolamentazione merceologica da parte dei Comuni, introdotta con la legge 832/1986 che tutelava le aree e le tradizioni locali contemplando ben 14 settori merceologici, purtroppo abolita nel 98 riducendoli a 2: alimentari e non alimentari. Oppure pensiamo ai disegni di legge del 30 luglio 1984 e del 18 luglio 1997 (ministro Veltroni). Quest'ultimo dedicava un apposito capitolo ai "locali luogo di tradizionali attivit" considerati, per, nel pi ampio contesto dei centri storici. Ma gli interessi politici locali hanno sempre bloccato questi disegni di legge che li avrebbero espropriati della propria autonomia. Conclusione: per tutelare, si deve capire a quale dimensione operare, per non rischiare di fare buchi nell'acqua creando aspettative illusorie.




news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news