LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SARDEGNA - Scavi nel segno della continuit Lauspicio di Zucca
LA NUOVA SARDEGNA 13 ottobre 2014 pagina 18




Non ho dato indicazioni sulla data di conclusione del cantiere. Il rettore dellUniversit di Sassari Attilio Mastino ha ricevuto dal Ministero la richiesta di chiarimenti e ha comunque risposto, dando la massima disponibilit per un incontro. Molto chiara e netta, invece, la posizione di Mastino su un altro dei temi caldi sollevati in merito ai Giganti di Monte Prama: la possibilit che una statua possa essere portata anche nella penisola ed essere esposta durante una manifestazione di grande richiamo. Il riferimento allExp di Milano, idea peraltro lanciata dal deputato Pierpaolo Vargiu (Riformatori), e che non avversata da Mastino. Il quale ricorda, per, come Lidea del Museo del Betile, dal governatore Soru che peraltro aveva trovato i fondi per rimettere assieme gli oltre 5000 frammenti recuperati a Monte Prama potrebbe dare una casa comune ai Giganti. Per i quali lo stesso Mastino auspica unicit: Anche a Cabras, ma ritengo fondamentale mantenere unito il corpus. (si.se.) di Simonetta Selloni wCABRAS Faccio mie le considerazioni del rettore Attilio Mastino: mi auguro che si prosegua in fraternit, amicizia, scienza. Larcheologo Raimondo Zucca fa esercizio di diplomazia in quella che sembrerebbe diventata una guerra sulla titolarit degli scavi a Monte Prama. Terra di Giganti e polemiche, dopo lannuncio del sottosegretario al ministero dei Beni culturali e Turismo, Francesca Barracciu, sullimminente avvio di una campagna di scavi che sar direttamente gestita dal Ministero. Dopo le presa di posizione del deputato Mauro Pili (Unidos), arriva quella di Ugo Cappellacci. Lex presidente forzista della Regione, esprime la preoccupazione su quello che definisce Il tentativo di relegare in un angolo le Universit di Cagliari e di Sassari, che finora hanno risolto un ruolo fondamentale, per concentrare ogni iniziativa nelle mani della burocrazia romana. Alla burocrazia romana intanto scrive il rettore Mastino, dopo aver ricevuto una richiesta sui tempi di conclusione del cantiere attualmente in corso. A rigor di logica, non appare credibile che il cantiere ministeriale possa fare tabula rasa dellequpe di archeologi, geologi, esperti di bioarcheologia e antropologi sardi, nel quadro di una evidente necessit di continuit nel percorso di scavo. Ma qualche timore serpeggia ed quindi necessaria la chiarezza su questo punto, tenuto conto del patrimonio di conoscenze degli archeologi che studiano Monte Prama e ci lavorano da 35 anni; ancora di pi, visti i risultati conseguiti. Da maggio sono stati estratti altre due statue, frammenti, individuate nuove tombe. Chiariamo lo stato dellarte. A Monte Prama operativo il cantiere del Ministero, finanziato dalle Universit di Cagliari e Sassari (250mila euro), e che il 2 maggio hanno firmato un accordo, con le Soprintendenze ai beni archeologici di Cagliari e Oristano, il Consorzio Uno, il Comune di Cabras e il ministero della Giustizia (per il carcere di Massama). In base a questo accordo, hanno la condirezione le Soprintendenze (Alessandro Usai e Emina Usai), e le Universit di Cagliari ( Gaetano Ranieri ) e Sassari (Paolo Bernardini, Piergiorgio Spanu e Raimondo Zucca). Il nuovo cantiere nascer con i fondi erogati nel 2009 da Arcus Spa, ente strumentale del ministero, fatto fuori dalla spending review di Monti: un ente defunto che per garantisce 700mila euro, di cui 200mila per Monte Prama (e 500mila per Tharros). Lappalto stato aggiudicato in via provvisoria a una ditta di Reggio Emilia il 6 agosto: ora, tra Durc, certificazione antimafia e quel che prevede il Codice degli appalti, occorrer tempo per laggiudicazione definitiva. La ditta si avvarr di archeologi e si muover sulle linee tracciate dalla Soprintendenza. Detto questo, buonsenso e logica indicherebbero una continuit in un lavoro che pone Monte Prama al centro della comunit scientifica mondiale e sul quale logico lintervento del Ministero. Nel segno della continuit per la quale dimostrano disponibilit sia Mastino che Zucca. E se nulla per ora deciso, evidente che il rischio sarebbe quello di disperdere un patrimonio di esperienze che cos come i Giganti travalica certamente i confini dellisola.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news