LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Scavo di Cristo al Monte e Cappella Cutore obiettivi di vandali e ladri
LA SICILIA Marted 21 Ottobre 2014 Catania (Provincia)


Indagini dei carabinieri. E l'assessore al Turismo vuole riaprire
il castello normanno




In alto la cappella Cutore, sopra lo scavo archeologico aperto
Vandali e ladri alla cappella Cutore, e ancora i vandali nello scavo davanti alla chiesa di Cristo al Monte. Fine settimana da dimenticare quello che ha visto protagonista la collina storica della citt. Si comincia con la cappella Cutore, accanto al cimitero monumentale, presa di mira ancora una volta. In questo caso non i soliti vandali, arrivati a devastare, ma i ladri, che hanno portato via parte della ringhiera interna.
Non chiaro quando il colpo sia stato messo a segno, si presume, comunque, che i malviventi abbiano agito tra sabato e domenica scorsi. Sul fatto indagano i carabinieri della Stazione di Patern anche se nessuno ha ancora presentato denuncia. A rendere pi difficili e complicate le indagini il fatto che la zona assolutamente isolata, dunque, senza testimoni sull'accaduto.
Per il luogo non la prima volta che si concentra l'attenzione di malintenzionati. Qualche anno fa i vandali hanno addirittura dissotterato alcune parti di ossa umane, con un teschio ritrovato nel campo interno, poco distante dalla cappella. Anche in questo caso stata avviata un'indagine da parte delle forze dell'ordine che non ha, per, portato a nulla di concreto.
Dalla cappella Cutore si passa allo scavo ARCHEOLOGICo davanti alla chiesa di Cristo al Monte. L'azione dei vandali ancora una volta distruttiva. L'area protetta da una copertura in plexiglas stata scoperchiata, con gli autori del gesto che hanno distrutto una lastra. Solo alcuni mesi fa, l'altra faccia della medaglia, con alcuni volontari, tutti giovani studenti, che hanno, invece, pensato a salvaguardare e a preservare il bene. Da parte loro prima la pulizia dello scavo (all'interno anche sacchetti di rifiuti) e poi la sistemazione della copertura. Tutto ha resistito, ma non molto. Gli sciocchi non mancano ed ecco il pezzo di storia, tre arcate di una cisterna romana con sopra una porzione di pavimento in "cocciopestum", di nuovo a rischio.
Ci che occorre per la collina quanto da tempo si chiede, la videosorveglianza dell'intera area, per una tutela ad ampio raggio, contro quanti utilizzano i beni monumentali come lavagne per graffitare i loro saluti.
La collina da proteggere e valorizzare. A cominciare dal castello normanno, chiuso da quasi quattro anni. Con la Sovrintendenza continua la collaborazione - evidenzia l'assessore al Turismo, Alessandro Cavallaro -. Da parte nostra resta la forte richiesta per poter riaprire il bene storico al pubblico. Una richiesta che potrebbe essere soddisfatta gi il prossimo mese. Il Comune ha gi fissato, di massima, la data per la riapertura. Intoppi permettendo il Castello normanno riaprir al pubblico il prossimo 20 novembre.
Vogliamo far coincidere la riapertura con alcuni eventi che abbiamo in programma in quel periodo - conclude Cavallaro -. Innanzitutto il programma dei festeggiamenti della Santa Patrona, e poi in quei giorni stiamo programmando la settimana della musica. Un concerto al castello sarebbe il modo pi bello per festeggiare la riapertura.
Mary Sottile


21/10/2014



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news