LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La stima del castello di 4,1 milioni per oltre cinquemila metri quadrati
28 novembre 2014 IL TIRRENO

per il sindaco Giuntini il prezzo per Monteregio inarrivabile e gli alti costi rappresentano un ostacolo sul percorso di recupero di Alfredo Faetti





MASSA MARITTIMA. Non stato semplice stilare una perizia simile, visti tutti i numeri che ci sono in ballo. Una superficie da 5.500 metri quadrati per il solo castello, la valenza storica e le condizioni manutentive pessime, come recita il documento. In particolare ledificio presenta segni pesanti di infiltrazioni che stanno compromettendo anche le conservazioni delle strutture. Cos scrivono i tecnici della Regione Toscana nellaprile 2013 nella perizia che stabilisce il prezzo di vendita del castello di Monteregio a 4,1 milioni di euro. Un prezzo comunque che riguarda non solo la rocca ma anche le altre due strutture presenti allesterno, utilizzate fino a poco tempo fa come officine: una su tre piani, laltra su uno soltanto. Una stima fatta tenendo conto di tutti i fattori in gioco (posizione centrale e qualit storica architettonica) e stilata dopo aver effettuato unindagine del mercato immobiliare a Massa Marittima, interessato dalla generale flessione dei prezzi di vendita, anche se ha avuto una tenuta maggiore rispetto ad altre aree vista la vicinanza al mare.

La perizia parla inoltre dei pro e i contro per un eventuale compratore, a parte il prezzo. Ad esempio, parla di amianto, riferito a vecchie caldaie che lAsl ha gi provveduto a togliere. Ma qua e l, tra corridoi e stanze, possibile che ci siano ancora delle tracce ed per questo che i tecnici scrivono che leventuale acquirente dovr provvedere a delle bonifiche. I pro, invece, sono molti: la valenza storica, la posizione in centro, la facilit per raggiungerlo e le molte possibilit di parcheggio. Proprio per questo, la perizia dice: si ritiene che lo scenario di valorizzazione ottimale consista nella conversione in unit residenziali. Ma subito dopo il documento riporta il punto da cui Massa Marittima non intende far un passo indietro: si riscontra la volont dellamministrazione a garantire laccesso della struttura al pubblico. Insomma: non ne verr mai fatta la maxi villa per un magnate.

Il sindaco: quel prezzo inarrivabile

Fa male vederlo cos: una realt molto significativa e importante per noi. Il sindaco di Massa Marittima Marcello Giuntini si fa voce della sua comunit. Dai suoi giardini, c una delle viste pi belle sulla citt e alla fine, il castello di Monteregio rimane il primo palazzo del centro storico. Da parte nostra c la massima disponibilit per poterlo recuperare assicura. La propriet e quindi le trattative le porta avanti lAsl, certo, ma non detto che lamministrazione comunale possa dare un suo contributo. La collaborazione tra le due parti del resto non mai mancata, assicurano entrambi. E in questa prospettiva di apertura, Giuntini vuole essere chiaro. Siamo in previsione della stesura del regolamento urbanistico e se ci sar la proposta di un acquirente saremo disponibili alla massima apertura sul castello. Basta che rispetti quei vincoli chiari imposti dalla Soprintendenza: la rocca potr essere destinata solo a finalit socio-ricreative, che in un gergo meno tecnico significa aperto a qualunque scopo purch non diventi un appartamento privato. Quando arrivato il momento di alienare limmobile infatti, intorno al 2005, il Comune fece mettere per iscritto nei protocolli che il castello doveva rimanere fruibile alla comunit.

Certo che il prezzo troppo alto riprende Giuntini, parlando di quei quattro milioni e centomila euro che servono per aggiudicarsi la struttura. un prezzo inarrivabile spiega meglio, se poi pensiamo alle spese per la ristrutturazione. Le varie amministrazioni negli anni si sono impegnate a loro volta nella ricerca di un compratore, ma senza successo. Eppure se ne potrebbero fare di cose in quelle sontuose stanze. Io ci vedrei bene attivit legate al vino e alla colture agricole propone il sindaco - Potrebbe essere unidea. Ma serve pur sempre qualcuno che sia disposto ad accaparrarsi costi simili. Secondo me dovrebbero essere rivisti conclude Giuntini Perch serve trovare una soluzione: pi passa il tempo e pi quellarea si degrada.
Invia per email
Stampa
28 novembre 2014



news

27-01-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 27 gennaio 2020

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

Archivio news