LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Dehors a quota 700: Bettarini dice basta
ERNESTO FERRARA
15 dicembre 2014 LA REPUBBLICA - FIRENZE



LA dieta dei dehors. Il super piano per "alleggerire la citt" a cui il Comune lavora per marzo 2015: un nuovo patto con la Soprintendenza dopo quello del 2011 rivoluzioner ancora una volta decine e decine di zone del centro, a partire da piazza Duomo e Santo Spirito. Magari non subito: difficile che le pedane con autorizzazioni in corso vengano fatte smontare a primavera, pi probabile arrivino a scadenza. Ma la strada comunque tracciata. Le parole d'ordine sono: liberare i monumenti, tutelare la bellezza di Firenze. Occorre alleggerire i dehors del futuro lavorando sulla qualit, convinto l'assessore.

A 4 anni dal concorso di progettazione indetto ai tempi di Nardella vicesindaco, la gara internazionale di design che nel 2010 prov a mettere ordine per la prima volta nella giungla delle pedane di bar e ristoranti, una nuova era dell'estetica del centro che si apre. L'era degli esterni "light" dopo quella delle pedane "hard". Se in questi anni si lavorato per rendere meno disordinate le pedane dando regole alle varie zone del centro con materiali, colori e coperture, ora il momento di andare oltre.

tempo di fare un ragionamento sull'impatto stesso dei dehors in quanto tali: saranno anche pi decorosi del passato ma in alcune aree bene iniziare a dire stop, il Bettarini pensiero. Meglio lavorare a rendere belli e decorosi sedie e tavoli, sempre rimovibili e ben poco impattanti, che continuare ad autorizzare dehors su dehors fissi (sono ormai la bellezza di 662), senza possibilit di modifiche rapide n di rimozioni notturne e per di pi inclini a costanti violazioni delle regole, dall'uso dei tendoni di plastica laterali (da San Firenze a via dei Servi) a quello dei menu touch screen esposti verso la strada (da Santa Croce a via Ricasoli), anche questo proibito. Stiamo notando un rilassamento totale da parte dei locali, specie sull'uso della plastica, che non siamo disposti a tollerare, dice proprio Bettarini annunciando un giro di vite senza precedenti sui controlli.

Un cambio di filosofia ispirato alla tutela dei monumenti e alla difesa del valore della citt. Ma non una retromarcia, tiene a spiegare l'assessore: Col concorso e il primo protocollo d'intesa del 2010 si dato un senso ai dehors di Firenze. Ora bisogna fare il passo successivo: ragionare intorno al fatto che dalle strade di Firenze passa un gran valore, come testimonia l'aumento di 200 mila visitatori nei primi sei mesi 2014, +8% solo negli hotel 4 e 5 stelle. C' un livello di saturazione della citt per quel che riguarda il suolo pubblico. Mi piacerebbe poter dire no a nuove pedane, anche se devo trovare lo strumento giuridico per farlo visto che le liberalizzazioni mi legano le mani. Ma anche per i luoghi dove le pedane ci sono gi ora di pensare alla dieta: il modello via Martelli, tavolini e sedie, che di notte vanno via e non impattano quanto un dehors. Da dove si comincia? Dal Duomo: molte delle pedane attualmente autorizzate, sia sul lato Palazzo Sacrati Strozzi che in piazza San Giovanni, potrebbero subire pesanti modifiche. Quali e quante? Bisogner decidere , si limita a dire Bettarini, che sta discutendo con la Soprintendenza. Anche Santo Spirito, la piazza dei dehors tutti diversi fra loro cambier volto: Il criterio sar l'omogeneit , annuncia l'assessore.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news