LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TRIESTE - Restauri affidati senza gara L'Authority boccia Picchione
il Messaggero Veneto 25 gennaio 2015



L'Autorit nazionale anticorruzione (Anac) ha concluso l'istruttoria avviata l'estate scorsa sui restauri che la soprintendente ai Beni architettonici e paesaggistici Maria Giulia Picchione affid sempre con il criterio della "somma urgenza" e sempre alla stessa impresa, la Lepsa srl di Roma, tra il 2012 e il 2014 per un importo globale di circa un milione di euro. Secondo il Consiglio dell'Anticorruzione la legge che disciplina l'affidamento dei lavori in "somma urgenza" - e che consente di saltare le normali procedure di gara se i beni tutelati stiano per collassare o ci sia rischio per l'incolumit pubblica - non ha visto una corretta applicazione. I presupposti per agire in quel modo non c'erano. questa l'estrema sintesi della comunicazione inviata qualche giorno fa alla Soprintendenza e alla Direzione regionale per i Beni culturali, entrambe coinvolte nell'istruttoria. Il caso riguarda quattro restauri attuati in regione: due - per i quali la cosiddetta stazione appaltante la Direzione regionale - relativi alla messa in sicurezza della cinta muraria di Palmanova; altri due - per i quali la "stazione" era la Soprintendenza - attuati su Palazzo Clabassi a Udine e su Casa Bertoli ad Aquileia. Ad accendere i riflettori era stata l'Ance, l'Associazione regionale dei costruttori che aveva inoltrato lo scorso luglio, su presunte anomalie, un esposto all'Avcp, l'Autorit per la vigilanza sui contratti pubblici poi sostituita dall'Anac. Nel frattempo si era mosso il ministero dei Beni culturali, inviando in regione l'ispettore Antonio Tarasco la cui relazione aveva evidenziato profili di criticit negli iter seguiti. Il ministero aveva aperto un procedimento disciplinare nei riguardi di Picchione, sospendendolo vista l'apertura di un'inchiesta - protocollata come "atti relativi", cio senza alcun indagato - da parte della Procura. L'istruttoria dell'Anac trae le proprie conclusioni dopo avere esaminato documenti e controdeduzioni inviate da Picchione e dalla Direzione regionale. Quest'ultima ha trasmesso all'Autorit una corposa documentazione atta presumibilmente a dimostrare di aver mosso diversi rilievi a Picchione su tutti gli affidamenti in somma urgenza alla Lepsa, sia a causa della mancata applicazione del principio di rotazione tra imprese, sia a causa delle mancate precisazioni nei verbali sui lavori urgentissimi e su quelli che potevano essere rinviati. Quanto a Picchione, riporta l'Anac, sostanzialmente conferma la legittimit del proprio operato precisando che i lavori non erano stati programmati. Sottolinea la delicatezza tecnica degli interventi e la risaputa esperienza della Lepsa nel restauro scientifico, e annota che in Soprintendenza non c'era alcun elenco da cui attingere eventuali altre ditte referenziate prima di puntualizzare ciascun intervento, evidenziando peraltro in un caso come il ritardo nell'invio degli atti alla Direzione regionale era legato, al momento, al fatto che fosse vacante la poltrona del direttore. Al contrario, l'Anac - a firma del dirigente dell'Ufficio vigilanza lavori Carlo Cresta - sottolinea come i cantieri affidati da Picchione alla Lepsa non erano improvvisi e sopravvenuti, ma tutti gi programmati e finanziati in via ordinaria. Semmai il degrado pu essere peggiorato a causa di opere previste ma mai effettuate. In pi casi tra la constatazione dell'urgenza e l'avvio del cantiere trascorso un tempo rilevante: per esempio le opere di Casa Bertoli e di una porzione delle mura di Palmanova, rubricate entrambi di somma urgenza il 19 dicembre 2013, sono partite l'una nel maggio del '14 e l'altra un mese dopo, per avverse condizioni meteo. Non si spiega - osserva l'Anac - perch non si potesse interpellare per le vie brevi altre imprese in modo da raccogliere pi preventivi e da documentare un minimo di confronto di mercato e di corrispondente valutazione di congruit. E, ancora, l'Anticorruzione ritiene insufficiente che la Soprintendenza abbia insistitito sull'esperienza della ditta, n condivide che la Soprintendenza non sia fornita di un albo di imprese di fiducia. L'Autorit d ora 30 giorni alla soprintendente e alla Direzione per presentare altre controdeduzioni ed eventualmente chiedere un'audizione. Prima della decisione finale sulla vicenda. (p.b.)



news

04-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 4 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news