LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Stallo sul dopo Expo. Sfruttiamo i padiglioni
Elisabetta Soglio
Corriere della Sera - Milano 27/1/2015

Perch smantellare tutti i padiglioni? Il commissario Sala lancia lidea di un uso temporaneo (alcuni Stati avrebbero gi dato la disponibilit). Apertura del Comune: Valutiamo caso per caso. E lassessore Beccalossi propone per il dopo Expo la Silicon Valley dellagroalimentare.

Lipotesi per definire una sistemazione temporanea dellarea alla chiusura dellevento. De Cesaris: valuteremo Emirati, Israele e Kazakistan hanno gi offerto in regalo i loro edifici. In settimana vertice di Pilotti con i rettori
Un dopo Expo temporaneo. Mantenendo almeno una parte dei padiglioni che si stanno realizzando, dal momento che alcuni dei Paesi espositori hanno gi dato la loro disponibilit e altri se ne potrebbero trovare se lanciassimo una chiamata pubblica. Il commissario straordinario Giuseppe Sala preoccupato per il futuro dei terreni, anche se il tema di competenza della societ Arexpo. Dopo la gara per trovare uno sviluppatore di progetto andata deserta in dicembre, i soci Comune, Regione e Fiera hanno concordato laffidamento di un incarico di studio agli atenei milanesi, guidati da Politecnico e Statale. Nei giorni scorsi, per, ci si resi conto che lincarico avrebbe avuto bisogno di una gara. Come alternativa, e per mantenere il cronoprogramma che ha gi subito ritardi (entro aprile la societ vuole avere pronto il masterplan su come verranno usati quei terreni dopo lEsposizione), il presidente di Arexpo Luciano Pilotti ha scritto a nome del cda al presidente dellAutorit anticorruzione, Raffaele Cantone, per proporre un piano B: dare ai due atenei un contratto di ricerca, per il quale consentito laffidamento diretto. In settimana Pilotti incontrer Giovanni Azzone e Gianluca Vago per fare il punto della situazione, sperando di avere avuto nel tempo la risposta dellAnac.
In questa vicenda si infila Sala, che parte da una considerazione: Qualunque ipotesi venga scelta per il post Expo, va previsto un periodo transitorio durante il quale potrebbe essere utile lutilizzo di alcuni dei padiglioni. Per quello di Israele, ad esempio, era gi stata la disponibilit allutilizzo post Expo allo stesso sindaco Giuliano Pisapia. Anche Emirati Arabi (che per il loro progetto si sono affidati allo studio di Norman Foster) e Kazakistan si erano mossi allo stesso modo. chiaro che quelle disponibilit vanno ora verificate, ma siamo convinti che anche per alcune strutture che sta realizzando la societ Expo, a partire dal Padiglione Zero, si potrebbe rinviare il momento dello smontaggio. Il vicesindaco Ada Lucia De Cesaris, assessore comunale allUrbanistica, ricorda che gi il bando per le cessione dei terreni prevedeva di poter temporaneamente utilizzare alcuni dei padiglioni. Quindi, direi che intanto dobbiamo interpretare questo come una segnale della positivit di quanto si sta realizzando nel sito. Dopo di che, valuteremo le varie possibilit e decideremo: c anche chi ci ha chiesto di poter rimontare il proprio padiglione in citt. Vedremo caso per caso, in attesa di capire quale sar la destinazione complessiva dellarea. Va ricordato che, sulla base dei contratti gi definiti con Arexpo, resteranno anche dopo la fine dellesposizione Cascina Triulza, sempre affidata al mondo del terzo settore e della societ civile, Palazzo Italia che probabilmente diventer il palazzo dellInnovazione di Camera di commercio e la collina delle biodiversit. Lassessore regionale allUrbanistica, Viviana Beccalossi, pensa a una destinazione complessiva dellarea: Una sorta di Silicon Valley dellagricoltura e dellagroalimentare in grado di coinvolgere Stati, imprese del settore, consorzi di tutela dei prodotti, ma anche mondo delluniversit e della ricerca. In questottica, invece di smantellare questa esperienza insieme ai padiglioni, la si potrebbe trasformare in qualcosa di inedito.
Ieri intanto Sala con il ministro Maurizio Martina e il presidente del consorzio Maurizio Zanella hanno firmato la partnership (da 500 mila euro fra cash e prodotti) con Franciacorta che diventa cos spumante ufficiale di Expo: sar presente con due wine corner sul sito e sar, come spiega Zanella, una vetrina internazionale per il nostro prodotto che sta raccogliendo importanti successi e una eccezionale occasione per invitare i visitatori a conoscere il nostro territorio.




news

29-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news