LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. La memoria del cinema
Antonio Preiti
Corriere della Sera - Roma 29/1/2015

Roma dimentica di s. Roma senza memoria. Eppure monumenti, palazzi e musei sono l, maestosi, a ricordarci che una storia c, e che storia! Prendiamo il cinema, ad esempio. La citt potrebbe essere tappezzata di cartelli, di memorie, di ricordi di come sia stata, anche di recente, scenario per film fondamentali. Farebbe piacere sapere dove un film stato girato, in quali piazze si siano svolte alcune scene memorabili, quali grandi attori, attrici, registi, ne hanno calcato, per qualche giorno, angoli e strade. Ma non c nulla di tutto questo. Tutto dimenticato. Eppure Roma stata capitale mondiale del cinema non troppo tempo fa. Gi nel 1909 (proprio cos, 1909) si girava in citt Giulio Cesare (un soggetto non per caso) di Giovanni Pastrone, che poi con Cabiria avrebbe spopolato a New York per un intero anno. Altri film sullantica Roma sono stati girati negli anni successivi, fino a Ben-Hur nel 1925, successo mondiale prodotto dalla giovane Mgm. Con gli Anni 40 comincia la grande stagione del neorealismo con Rossellini, De Sica, Blasetti e la fantasmagoria di Federico Fellini. Roma capitale del cinema, Roma come Hollywood, Roma seconda Hollywood del mondo. Nel corso degli anni successivi Roma resta lo scenario per altri film splendidi: Scorsese, appena un anno dopo Gladiator di Ridley Scott, a cui en passant fu vietato dalla Sovrintendenza di filmare allinterno del Colosseo, gira Gangs of New York , Soderberg Oceans Twelwe e Howard Angeli e Demoni , che vale pi di un documentario. E, sempre per restare ai registi stranieri, ancora nel 2010, il best seller mondiale Eat, Pray, Love con Julia Roberts per finire a Woody Allen, che con To Rome with Love , sembra interessato pi alla citt che alla vicenda del film. Il cerchio si chiude con La Grande Bellezza del nostro Sorrentino. Quanti percorsi si potrebbero affastellare solo con questi titoli; quante evocazioni si potrebbero innescare; quante strade potrebbero rivivere la loro identit attraverso i film. Quante suggestioni perdute. Quanto mondo, anche di celluloide, sta dentro le molecole di Roma che ci perdiamo di giorno in giorno. Come se non ce lo meritassimo. Riannodiamo perci le maglie della nostra storia con pazienza, con fiducia nel futuro. Facciamolo non (solo) per gli altri, ma per noi stessi. Perch il talento di Roma non va dimenticato per insipienza o perch il fallimento degli uni (che avrebbero dovuto farlo) sia condanna per gli altri (che possono ancora farlo). Roma ha tante storie da raccontare, tanta bellezza da far rinascere. La memoria del cinema un buon inizio.



news

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

05-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 5 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news