LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il mistero del rogo alla grande biblioteca di Mosca
Fabrizio Dragosei
Corriere della Sera 1/2/2015

Incendio allIstituto delle Scienze: al suo posto andr un centro commerciale?

MOSCA. Potrebbe non essere stato un incidente lincendio scoppiato venerd sera in una delle pi grandi biblioteche russe che contiene dieci milioni di documenti, comprese alcune rare opere slave del sedicesimo secolo.
Si parla di un corto circuito, mentre alcuni siti ipotizzano unazione dolosa legata a gruppi economici che volevano mettere le mani sul fatiscente edificio per costruire un centro commerciale.
La biblioteca dellIstituto dellinformazione scientifica delle Scienze sociali una delle pi utilizzate dai membri dellAccademia delle Scienze. Contiene libri, riviste, resoconti parlamentari risalenti anche al Settecento e provenienti da vari Paesi, compresi Stati Uniti e Italia. Poi carte dellOnu e dellUnesco. Nel settore principale sono custoditi anche libri in diverse lingue slave stampati nel Cinquecento e nel Seicento. Queste ultime opere, certamente le pi preziose, non sarebbero state toccate dallincendio che scoppiato al secondo piano, ma potrebbero essere state successivamente danneggiate dallenorme quantit di acqua usata dai vigili del fuoco che sono stati impegnati per 17 ore. Il direttore della biblioteca, Yurij Pivovaror ha affermato che il 15 per cento dei testi conservati stato danneggiato: Un disastro.
Ledificio su Nakhimovskij Prospekt, nella periferia di Mosca, fu stato costruito negli anni Sessanta per ospitare la biblioteca creata nel 1918.
un tipico palazzone dellepoca sovietica, assai malridotto. Purtroppo solo una minima parte delle opere conservate era stata digitalizzata. Gli addetti alla biblioteca, dicono i ricercatori che la frequentano, hanno una scarsissima conoscenza dellinformatica e cos ogni ricerca di volumi veniva condotta a mano. Occorreva presentare una richiesta su un foglio (con regolare copia realizzata con carta carbone) per avere il testo richiesto dopo alcune ore.
Il governo ha recentemente varato una norma per togliere la gestione amministrativa degli istituti e delle biblioteche agli scienziati che fanno parte dellAccademia. Da ora in poi sar un apposito organismo statale a gestire gli edifici. Quelli dellIstituto dellinformazione scientifica erano stati tra i primi a contestare questa nuova normativa.
Secondo una testimonianza pubblicata dal sito della radio Eco di Mosca e poi rimossa, non molto tempo fa una giovane ricercatrice aveva avuto modo di vedere il piano urbanistico della zona nella quale si trova la biblioteca: al posto dellIstituto in futuro sarebbe prevista una struttura commerciale.
Altri racconti parlano di strani personaggi che ultimamente si aggiravano nella biblioteca interessandosi al terreno sul quale sorge ledificio.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news