LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Campania, SantArpino: Parco archeologico e museo in sospeso
di Manlio Lilli
IL FATTO QUOTIDIANO | 2 febbraio 2015




La nostra amministrazione sta lavorando affinch si possano attuare idee e progetti che contribuiscano concretamente al rilancio delleconomia dei nostri Comuni e a questo scopo stato approvato il progetto Alla riscoperta del genius loci di Atella che consentir di accedere ai fondi stanziati dalla Regione nellambito degli interventi di promozione e diffusione dellimmagine culturale della Campania. Lo scopo far rivivere lex Municipio di Atella rendendolo il fulcro della valorizzazione del Parco Archeologico attraverso una serie di iniziative come lorganizzazione di eventi, convegni e rappresentazioni teatrali; la promozione di un parco urbano denominato Il cuore verde di Atella; lattivazione degli spazi del museo del parco archeologico e la promozione delle eccellenze locali e dellartigianato.

Erano i primi giorni dello scorso settembre quando il sindaco di SantArpino, piccolo comune del casertano, Eugenio Di Santo, present il suo programma per unarea strategica nel suo Comune. Quella del Parco archeologico, istituito quasi allestremit est del centro urbano, proprio in coincidenza dellabitato romano. Loccasione, lincontro con il consigliere regionale, Angelo Consoli, lAssessore regionale a Turismo, Personale, Enti Locali e Beni Culturali, Pasquale Sommese e il consigliere provinciale Luigi Meditto, oltre ai sindaci delle confinanti Succivo e Orta di Atella. Di fronte allex Municipio di Atella, liberato dai pannelli di legno e di acciaio che lo circondavano, ripulito dalla vegetazione infestante e dalle immondizie che la prolungata incuria aveva fatto prosperare. Intenzioni nobili quelle del sindaco. Che vorrebbe affidare larea in gestione a privati attraverso un bando pubblico a cui potranno partecipare cooperative e associazioni che possano valorizzarla e sostenere i costi di manutenzione necessari.

Lex Municipio, nel quale previsto il Museo archeologico di Atella e terreni retrostanti, nei quali si conserva larea archeologica dal 2010 ufficialmente diventati Parco archeologico, sono l. Monumenti, incompleti, di un tentativo finora fallito. Nonostante lentusiasmo per le scoperte del 1966, rapidamente sopito dopo il termine delle indagini per mancanza di fondi e il fallimento del Consorzio archeologico atellano, nato sognando la realizzazione del Parco archeologico. Nonostante la costituzione di associazioni ed istituti come lIstituto di studi atellani, lArcheoclub di Atella e la Pro Loco di SantArpino, sorti per dare impulso allarcheologia atellana. Nonostante nel novembre 1996 il Comune avesse approvato il protocollo dintesa per il Parco, sottoscritto tra Ministero dei Beni culturali, Soprintendenza archeologica per le province di Napoli e Caserta e Comune di SantArpino. Nonostante nellagosto 2003 la Regione Campania avesse deliberato lassegnazione di 4.878. 000 euro quale finanziamento per la realizzazione del Parco. Nonostante quella cifra fosse stata suddivisa in due moduli, il primo denominato Museo Archeologico di Atella e sistemazione aree esterne museo, per limporto di 2.450.000 euro, e il secondo denominato Parco archeologico di Atella e restauro del Castellone per 2.428.233 euro.

Nonostante i lavori del primo modulo iniziati nellottobre 2005 fossero terminati nel 2009. Nonostante il modulo due fosse preceduto dalloccupazione parziale dei terreni, pari a circa 65 mila metri quadrati dei circa 240 mila complessivi. Nonostante che, dopo la campagna di indagini geofisiche del 2006 su unarea di circa cinque ettari, nel gennaio 2010 avessero preso avvio gli scavi archeologici con la scoperta di un complesso termale, in opera laterizia con specchiature in opera reticolata, nelle vicinanze del foro. Ancora, nonostante proprio quel rinvenimento avesse permesso, nel luglio 2012, di connotare larea come parco archeologico, come scriveva la Soprintendente per i Beni Archeologici di Salerno, Avellino, Benevento e Caserta al Comune di SantArpino. Nonostante la maggior parte di queste circostanze sembrasse indirizzare questa storia verso un esito positivo. Che finora non c stato. Terminati i fondi per il Parco archeologico senza poter realizzare le opere prescritte dalla Soprintendenza archeologica, a partire dalla copertura dellarea scavata. Cos le erbe spontanee hanno potuto crescere indisturbate. Contribuendo al crollo delle suspensurae delledificio termale. Provocando il distacco delle tessere dei mosaici pavimentali, il deterioramento delle creste dei muri. Mentre in alcuni ambienti lacqua piovana ristagna. Portati quasi a compimento i lavori di ristrutturazione allex Municipio, ma senza che si decidesse cosa farne. In attesa che lo si faccia numerosi gli atti di vandalismo, i tentativi di furto.

Nel centro campano nel quale labusivismo edilizio una piaga evidente, che si deciso di sanare con lennesimo condono, il Parco archeologico circondato da un vasto polmone verde pu ancora costituire lespediente per riequilibrare una situazione pi che incerta. Proprio per questo, per non sprecare il lavoro svolto fino al 2010, tante associazioni locali qualche giorno fa hanno deciso di riunirsi per manifestare la loro preoccupazione. Nonostante lo spot del sindaco.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news