LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PRATO - Il giudice dispone la confisca della Fattoria Medicea
di Paolo Nencioni
05 febbraio 2015 IL TIRRENO



La decisione arrivata all'esito del processo contro il rappresentante legale dell'ultima societ proprietaria del gioiello del Rinascimento. Ma nel frattempo l'immobile andato in rovina. Le responsabilit morali della Soprintendenza



PRATO. Il giudice Monica Jacqueline Magi ha disposto la confisca della fattoria medicea delle Cascine di Tavola, la fattoria risalente all'epoca di Lorenzo il Magnifico immersa nel parco tra Prato e Poggio a Caiano. La confisca stata disposta all'esito del processo nei confronti di Gianni Fabbrani, il rappresentante legale della Fattoria Medicea srl, l'ultimo proprietario del prestigioso immobile ora in rovina. Fabbrani era accusato di non aver ottemperato alle disposizioni della Soprintendenza ai beni architettonici delle province di Prato, Firenze e Pistoia che gli intimava di tutelare il bene, e di danneggiamento di bene architettonico. E' stato condannato a sette mesi di arresto.

A questo punto si apre una complessa partita giuridica e politica. La confisca della Fattoria Medicea appellabile, ma non chiaro da chi. Certamente dall'imputato e solo teoricamente dal curatore fallimentare, perch la societ Fattoria Medicea srl stata dichiarata fallita nell'ottobre del 2012. La prima asta per la vendita del bene (base oltre 6 milioni di euro) andata deserta e successivamente la Regione Toscana ha manifestato l'intenzione di intervenire per tutelare il complesso edilizio ora mancante del tetto.

Da una parte, dunque, c' lo Stato, temporaneamente proprietario del bene in forza della confisca disposta dal giudice; dall'altra i creditori della societ fallita, che hanno diritto a essere risarciti almeno in parte per i crediti che vantano. La data della seconda asta non era stata ancora fissata, ma secondo il curatore fallimentare Fabio Tempestini potrebbe essere sospesa in attesa di capire se il bene effettivamente disponibile. Una situazione ingarbugliata.

C' al momento un colpevole per la giustizia penale, ma c' anche un soggetto che porta la responsabilit morale per il deterioramento di un gioiello del Rinascimento. E questo soggetto la Soprintendenza. Nel corso delle indagini e del processo emersa l'inerzia della Soprintendenza davanti al degrado della Fattoria (l'ente avrebbe potuto agire in surroga ai privati, che non avevano soldi e voglia per farlo). Illuminante un episodio che risale al 16 febbraio 2011. Quel giorno davanti al sostituto procuratore Laura Canovai si presenta la soprintendente Alessandra Marino, convocata dal magistrato, e le viene chiesto se e quando fosse stato intimato ai privati di provvedere alla tutela della Fattoria. La risposta della soprintendente ("Ieri") fa capire alla Procura che fino a quel momento nulla si era mosso, nonostante i ripetuti allarmi lanciati da Italia Nostra, Legambiente e dal Comune di Prato sul degrado dell'immobile.




news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news