LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SARDEGNA - Il sindaco: Veri o falsi, vogliamo i reperti
di Maria Antonietta Cossu
07 febbraio 2015 LA NUOVA SARDEGNA




ALLAI Gli Etruschi non si sono fermati ad Allai. A dirlo sono le perizie disposte dalla procura e dal tribunale penale di Oristano eseguite per stabilire se i reperti rinvenuti da un appassionato fossero o meno autentici. I pezzi ritrovati da Armando Saba sono stati bollati come riproduzioni dagli esperti della sovrintendenza e del mondo accademico. Al processo l'etruscologo incaricato dal giudice di esaminare una decina di pezzi ha affermato che si tratta di falsi. Ottimi, ma pur sempre falsi. Nel frattempo, per, la tesi rivoluzionaria sviluppata attorno alle presunte tracce della civilt etrusca alle porte del paese del Grighine e nei territori contigui aveva solleticato l'interesse del Comune, che aveva preso in consegna dall'autore del ritrovamento le pietre epigrafiche e i frammenti di terracotta. Impossibile per chiunque, davanti all'ipotesi di un ritrovamento di eccezionale valore scientifico e storico, non tenere conto degli scenari che avrebbe potuto aprire l'eventuale conferma del sospetto che un tempo l'area fosse stata la culla della civilt preromana. In quel caso il nascente museo civico avrebbe rappresentato la sede ideale per custodire ed esporre i tesori provenienti dai vicini giacimenti archeologici. Prima che le speranze si tramutassero in illusioni intervenuta la magistratura, che ha sequestrato i reperti e ha dato il "la" al processo che ha stabilito l'inattendibilit della versione sostenuta dal cultore di storia antica. Tuttavia il verdetto non ha messo una pietra tombale sulla vicenda. Almeno non per il Comune. Seppure con la dovuta circospezione, l'amministrazione decisa ad andare fino in fondo per scoprire se quei resti testimonino oppure no tracce del passaggio degli etruschi prima che questi colonizzassero l'Italia centrale. Vorremmo indietro i reperti ma in questo momento prematuro dire cosa faremo frena il sindaco Enzo Saba . Intanto ci concentriamo sul museo civico, di prossima apertura. L'obiettivo, comunque, capire se la tesi sugli etruschi abbia o no un fondamento: Prendiamo atto della sentenza, ma da un certo punto di vista non cambia le cose sostiene il primo cittadino ipotizzando nuove perizie . La presenza del museo una ragione in pi per approfondire la questione e per questo potremmo incaricare altri esperti, annuncia Enzo Saba. Tutto per rimandato a un momento successivo all'inaugurazione, prevista a marzo. L'evento sar presentato in anteprima nel convegno del 27 febbraio. Il museo, curato dall'archeologo Giorgio Murru, si compone di due sezioni: quella archeologica, che ospita i resti di beni mobili risalenti a vari periodi dell'et prenuragica e nuragica, romana e medievale, e quella etnografica ricavata nella corte interna.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news