LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Le gallerie genovesi e il tunnel della crisi "La luce è all'estero"
08 febbraio 2015 LA REPUBBLICA





TEMPI di crisi e tempi d'oro per l'arte moderna e contemporanea, se si parla di grandi eventi, delle aste internazionali, per scoprire vendite da capogiro, una serie di record soprattutto a New York e Londra, da Christie's e Sotheby's per intenderci. Inutile negarlo, il mercato dell'arte sta funzionando bene nei circuiti internazionali con i grandi nomi. Ma nel piccolo? A Genova cosa sta succedendo nel variegato mondo delle gallerie? Caterina Gualco, gallerista, parla di regole diverse: «Oggi il mercato dell'arte non lo fanno più i musei, i curatori, le fiere, i galleristi, ma i collezionisti. Questo significa mercato schizofrenico, molto veloce. Genova, invece, non è una città veloce, e lavoro molto più fuori. Con la mia galleria UnimediaModern faccio un lavoro più culturale che commerciale, in Fluxus, il mio periodo artistico da sempre, qualcosa succede sempre, come ha detto l'artista John Cage. Quest'anno festeggiamo i 45 anni di attività, non ho avuto dei boom, non vado dietro alle mode, non sento la crisi, promuovo quello che per me è arte. Come ad esempio la mia prossima mostra Les Grans Trans-Parents, su Marcel Duchamp e John Cage».

Stessi toni anche da parte di Gianni Martini della Galleria Martini e Ronchetti: «A Genova il mercato non lo vedo più da tempo, non mi pare ci sia più interesse, forse per la crisi; il mercato dell'arte vive in parallelo al mondo della finanza, stesse procedure, stesse operazioni, non c'è più il collezionista appassionato, il primo valore è finanziario: l'arte viene valutata in base al prezzo, solo se costa molto. Da un po' di tempo mi dedico a consulenze scientifiche per istituzioni, soprattutto per l'estero, insomma mi sono spostato dall'acquisto e dalla vendita per occuparmi di informazione e documentazione. Non mi identifico in un mercato che segue le regole della moda, scelgo quello che mi interessa come la prossima mostra che farò sul genovese Eugenio Carmi».

Ogni galleria ha la sua strategia per resistere ai faticosi venti contrari: «Noi abbiamo aperto Pinksummer a Genova nel 2000 — spiega Antonella Berruti, fondatrice insieme a Francesca Pennone — ma non ci basiamo sulla città, abbiamo artisti che si muovono in un panorama estraneo al localismo, anche se la maggior parte dei nostri collezionisti sono italiani. Facciamo progetti con gli artisti, abbiamo avuto la fortuna di intercettarne diversi che poi si sono affermati. In febbraio faremo una mostra del bulgaro Plamen Dejanof, uno step del suo progetto che ha coinvolto altre istituzioni museali europee».

Insomma, una naturale estensione verso l'estero sembra necessaria, anzi indispensabile: «Ormai il nostro mercato è all'80% basato sull'estero — spiega Chico Schoen della Galleria Guidi& Schoen — facciamo molta fotografia e abbiamo artisti italiani come Massimo Vitali, Giacomo Costa, Olivo Barbieri, richiesti all'estero, ma non solo; la prossima mostra sarà con uno scultore, il ligure Alex Pinna».

Anche VisionQuest la galleria genovese che cura solo fotografia, non nasconde le difficoltà: «La fotografia in Italia e ancora di più a Genova non è considerata una vera forma d'arte, diverso è il discorso all'estero, anche se nel capoluogo ligure ci sono fotografi molto bravi — spiega Clelia Belgrado — la mia prossima mostra sarà con Carla Iacono che vive a Genova, con un lavoro sul velo nella cultura occidentale".






news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news