LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LE OCCASIONI PERDUTE DA PALAZZO D'ORLEANS
ROBERTO FAI
10 febbraio 2015 LA REPUBBLICA




CHIUSA la felice parentesi dell'elezione di Sergio Mattarella a presidente della Repubblica occasione di orgoglio siciliano, ma anche di lieve distrazione dai drammatici problemi dell'Isola il quadro fosco delle condizioni economico-sociali siciliane s'intreccia con l'incertezza della situazione istituzionale e con lo stallo nel quale sembra essersi avvitato anche il governo "Crocetta ter" che, oltre ad essere stato costituito appena tre mesi fa, stato il frutto di un'operazione gestita dal Pd nazionale, che ha imposto alcune presenze assessoriali di competenza "tecnica", fuori dal condizionamento del notabilato politico territoriale, per segnare una netta discontinuit progettuale e d'immagine, scongiurando il rischio di una fine anticipata della legislatura.

Ma, evidentemente, dopo oltre due anni di "falso movimento" dei primi governi Crocetta che hanno preceduto quest'ultimo, tutti i nodi delle mancate riforme (gestione- sistema delle risorse idriche; piano raccolta- smaltimento rifiuti e strategia per la differenziata, ecc..), del disastro dell'intero assetto della formazione professionale, del collasso dell'apparato produttivo siciliano, non potevano che riversarsi, aggravandoli ulteriormente, sullo stato finanziario e sul bilancio della Regione, al punto che l'atto pi dirompente dell'attuale governo rappresentato dalla recente accensione di un mutuo di circa un miliardo e 800 milioni di lire che graver sulla collettivit siciliana per i prossimi trent'anni.

Nel vivo di questi nodi politici e legislativi "strutturali" irrisolti, che incidono profondamente nella carne viva di una popolazione senza prospettive e in territori carichi di ferite laceranti, davvero surreale assistere al fatto che l'attenzione si stagli o faccia riaffiorare polemiche attinenti ad alcune trascorse decisioni del governatore e del suo entourage "metodo Boffo" sulle dimissioni dell'assessore Sgarlata; valzer "interessato" sulle soprintendenze offrendo un'immagine che getta cattiva luce su un metodo e un sistema di potere/governo non trasparente. Di fronte a ci, un governo Crocetta che sembra oggi nuovamente incartarsi e trascinarsi in una tensione che legata alle scelte che l'assessore all'Economia Alessandro Baccei intende proporre con il suo "Piano finanziario" (Dpef), contenente inevitabilmente un sistematico e drastico taglio di spese (rami secchi, enti, strutture, sprechi istituzionali, consorterie e privilegi politico-burocratici, ecc..). Piano, quello di Baccei, che impone urgentemente a tutte le forze politiche sia di governo che di opposizione la capacit di saper corrispondere alla drammatica fase di crisi sociale che attanaglia l'Isola, misurandosi concretamente e forse per la prima volta con la necessit di guardare in quello stato paludoso e vischioso di una "macchina elefantiaca", consolidata nei decenni.

Un piano che s'intreccia a un rigoroso bilancio regionale da approvare e alla necessit di saper mettere a punto un'azione efficace e strategicamente mirata per sfruttare in pieno i fondi comunitari 2014-2020. Appare evidente che il governo "Crocetta-ter" viene oggi a trovarsi in quella che si soliti definire una "situazione- limite" per eccellenza: in altri termini, quella condizione, in cui il suo stesso stato di "crisi" richiama quel "krinein" (tagliare, recidere, decidere) che significa e coincide etimologicamente con quel "prendere una decisione", in grado di segnarne e mutarne il destino. la Sicilia intera a reclamare oggi l'urgenza di questa decisione. Se vero come mostrato anche dagli incontri e dai confronti romani tra il governo nazionale e Crocetta, che il Pd l'unico soggetto su cui ricade la responsabilit della decisione-limite, c' da sperare che la classe dirigente di questo partito sia all'altezza della fase che l'Isola sta vivendo. Altrimenti, la prevista "Leopolda" siciliana non servir neppure a "ricaricare" il clima di speranza (ridotto oramai al lumicino), in un'Isola che ha necessit di una radicale inversione di tendenza che sappia incidere in questo stagnante tessuto economico- sociale. Pertanto, anche il governo Crocetta esposto al rischio di un vuoto di scena su cui poter godere di una replica.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news