LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PARIGI-Il Musée Maillol nella tempesta
Luana De Micco
www.ilgiornaledellarte.com, 13/02/2015

Fallita la società di Patrizia Nitti che dal 2009 organizza tutte le esposizioni nel museo

C’è aria di tempesta sul Musée Maillol. Il museo parigino è in piena crisi: la direttrice artistica Patrizia Nitti ha confermato il fallimento della sua società, Tecniarte, con la quale dal 2009 organizza tutte le esposizioni del museo. Una procedura di liquidazione giudiziaria è stata aperta il 5 febbraio scorso. Inoltre si è appena saputo che il museo, creato nel 1995 da Dina Vierny, musa dello scultore Aristide Maillol, si prepara a chiudere frettolosamente i battenti, il 15 febbraio, subito dopo la fine della mostra sui Borgia, per diversi mesi (si parla anche di due anni) di lavori. «Non c’è nessun legame tra il fallimento della mia società, dovuto al calo della frequentazione del museo, e la chiusura del museo. Il museo non è responsabile del fallimento di Tecniarte», ha assicurato Patrizia Nitti parlando con «Le Figaro». Forse per mettere a tacere le polemiche nascenti. Poco prima il «Journal des Arts» aveva pubblicato uno scambio di battute più duro. Al giornale, la stessa Patrizia Nitti aveva attribuito la responsabilità di questo smacco a Olivier Lorquin, presidente della Fondation Dina Verny, proprietaria del museo: «Ci è stato annunciato che il museo stava per chiudere per due anni di lavori. Per noi era diventato impossibile organizzare la prossima mostra e assicurare la viabilità dell’azienda», ha detto. «Falso, ha risposto Lorquin sulla stessa testata, Patrizia Nitti ha grossi problemi di tesoreria, la sua situazione era diventata insostenibile». É vero che le ultime mostre del musée Maillol non hanno tutte attirato folle di visitatori. Se «Artemisia» (2012) e «Canaletto a Venezia» (2014) erano andate bene, non si può dire lo stesso per «Gli Estruschi» (2013) e «I Tesori di Napoli» (2014). Il «Journal des Arts» parla di un buco di 1,3 milioni di euro nelle casse della Tecniarte per il 2013.
Al momento ciò che è sicuro è che il museo della rue de Grenelle chiude domenica e che la mostra, prevista per marzo, «Le baiser dans l’art», per ora è sospesa «a tempo indeterminato». Dall’ufficio stampa del museo ci fanno sapere che saranno intrapresi «importanti lavori» di ristrutturazione e di messa a norma degli impianti e del dispositivo di sicurezza. «Il museo ha 20 anni e intevenire era diventato necessario. Non era più il caso di attendere», è stato osservato.
Nei prossimi giorni, una volta che l’allestimento della mostra sui Borgia sarà smontato, verrà effettuato un sopralluogo. Nelle prossime settimane sarà allora più chiara l’entità e la durata dei lavori.



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news