LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Un'altra fetta all'hotel stellato la Galleria vale venti volte di più
ILARIA CARRA
15 febbraio 2015 LA REPUBBLICA

VENTI volte tanto ma anche di più. È quanto vale oggi per le casse comunali l'operazione di valorizzazione dei piani alti della Galleria. Un dato chiave: dai 127mila euro che fruttavano fino a tre anni tutti quegli spazi del Salotto della città fa si è arrivati oggi, e solo per circa un terzo di quelle aree, a sfondare oltre i 2,6 milioni di incassi. Tutti assegnati al Seven Stars Hotel, l'asso pigliatutto nel cuore più pregiato della città che ha partecipato a sette bandi pubblici indetti dall'amministrazione e, spesso anche per mancanza di concorrenti, li ha vinti tutti.

Dall'avvio del mandato la giunta Pisapia ha puntato molto sul cambio di rotta in Galleria. Da un lato riscrivendo le regole per le cessioni dei contratti d'affitto dei negozi, prevedendo il raddoppio dei canoni per chi subentra e rileva gli spazi, manovra che ha portato milioni per restauri (con l'ingresso di Prada e Versace), ma anche ricorsi al Tar e critiche. Dall'altro, Palazzo Marino si è concentrato anche sui piani alti. Le associazioni che pagavano un prezzo irrisorio di affitto sono state ricollocate altrove, mentre agli inquilini appartamenti di pregio non è stato rinnovato il contratto. E così, bando dopo bando, l'hotel sette stelle del gruppo guidato da Alessandro Rosso è diventato l'inquilino forte, il privato con più spazi assegnati. L'ultima gara si è chiusa il 26 gennaio, ma è stata assegnata in questi giorni: uno spazio cie- terra di 2.600 metri quadri in via Pellico 8, affittato per 18 anni all'albergo per un milione di canone all'anno. Sei livelli che a spese del privato, come sempre accade in queste partite, il gruppo dovrà ristrutturare, dopo l'approvazione del progetto da parte della Sovrintendenza. Qui il gruppo amplierà il suo albergo, ma allo stesso tempo promette di realizzare anche una biblioteca con incontri letterari aperti al pubblico e uno spazio con corsi per bambini. Maèsolol'ultimocaso.Dal2012 al 2014 l'albergo ha partecipato e vinto altri sei bandi, aggiudicandosi altri 4.200 metri quadri per un canone di 1,6 milioni all'anno. Tutti tra la Galleria Vittorio Emanuele e via Silvio Pellico, compresa piazza Duomo 21. È qui, in questi spazi, che oltre ad estendersi con camere, sale congressi e suite deluxe, il gruppo sta realizzando anche progetti di interesse pubblico. Su tutti, la riapertura delle passerelle intorno alla cupola di vetro del Mengoni, camminamenti un tempo riservati agli operai per la manutenzione e che, a lavori finiti, entro maggio sono promessi aperti per la prima volta a milanesi e turisti di Expo. Sentieri molto suggestivi ai quali, a pagamento, si accederà da due ascensori già previlo- sti. Non solo. In cantiere c'è anche un museo interattivo dedicato a Leonardo da Vicini e alle sue opere. Palazzo Marino vede di buon occhio il piano dell'hotel, proprio nella commistione tra la valorizzazione anche edilizia della Galleria (a loro spese) e la «restituzione degli spazi al pubblico». Difatti l'assessore al Demanio Daniela Benelli è soddisfatta e dell'ultimo progetto sottolinea come «ancora una volta l'hotel ha saputo coniugare le esigenze di una struttura ricettiva di eccellenza alla possibilità di aprire questi spazi all'utenza pubblica: il mese scorso abbiamo assegnato all'albergo altre unità in cui sarà realizzato anche uno spazio espositivo e museale dedicato alla storia della Galleria».







news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news