LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MANCIANO - La torre accoglierà un’antenna, ma la Soprintendenza non lo sa
14 febbraio 2015 LA REPUBBLICA


Sul campanile della chiesa di Santa Maria Maddalena a Saturnia no; sulla torre del castello di Manciano sì. Stesso comune, stessa commissione paesaggistica ma opinioni diverse su dove installare i ripetitori per cellulari. Mentre al Tar di Firenze si decideva sul ricorso presentato dalla Wind contro il Comune di Manciano che ha negato alla compagnia di installare un ripetitore sul campanile della principale chiesa di Saturnia, lo stesso Comune ha annunciato la disponibilità di un posto per installare un ripetitore per l’Adsl sulla torre del castello di Manciano, anch’esso edificio storico e tutelato dalla Soprintendenza, dove c’è già un’antenna per il ponte radio. Due pesi e due misure? «Il primo interesse dell’amministrazione è tutelare i beni, soprattutto se di valore storico», spiega l’assessore all’innovazione e alle nuove tecnologie, Andrea Teti, che ha dichiarato battaglia al divario digitale. «La tutela, ovviamente, è legata alla tipologia di intervento ma oggi la tecnologia ha fatto passi da gigante. Si producono impianti piccolissimi, antenne di 30-40 centimetri. Non entro nel merito della sentenza, che discuteremo anche con il sindaco per valutare il da farsi, né nelle questioni tecniche che sono materia dell’ufficio. Dico però che se le aziende dimostrano che i loro impianti rispondono ai requisiti di legge è ovvio che le loro richieste vanno accolte». L’ago della bilancia è però la Soprintendenza che esprime parere vincolante. Ma nel caso della disponibilità a installare il ripetitore sulla torre di Manciano, alla Soprintendenza per i beni architettonici e culturali di Siena e Grosseto non ne sanno nulla. «La Soprintendenza non è mai stata interpellata – spiegano dagli uffici senesi – La procedura prevede un colloquio preliminare col Comune». Il motivo? Verificare se ci sono i margini per avere l’autorizzazione prima di mettere in moto le aziende e far avviare progetti. Se la Soprintendenza è orientata per il no, inutile avviare la gara. Perché il Comune di Manciano non l’ha ancora consultata? «Perché la procedura è ancora aperta – spiega Teti – Entro il 29 gennaio scadeva il termine per la manifestazione di interesse. Si sono presentate diverse ditte, poi sono stati presentati i progetti e ora si procederà con l’affidamento. Le aziende sanno che devono chiedere il nulla osta alla Soprintendenza». (f.f.)



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news