LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MANCIANO - Ripetitore sul campanile, Wind vince al Tar
di Francesca Ferri
14 febbraio 2015 IL TIRRENO


Manciano, il Comune aveva bocciato la richiesta di installare un impianto sulla chiesa di Saturnia. I giudici: rifiuto aprioristico


MANCIANO. In cima al campanile della chiesa di Santa Maria Maddalena di Saturnia, a poca distanza dalle campane e a fianco della croce, ci potrebbe stare un altro ripetitore per telefonini. Il no pronunciato a marzo 2013 dal Comune di Manciano alla richiesta della Wind che voleva installare un ripetitore aprioristico e preconcetto e per questo la compagnia telefonica deve avere unaltra possibilit di dimostrare che la sua antenna pu essere installata su quel campanile, nei limiti stabiliti dalla legge.

Lo ha deciso il Tar della Toscana accogliendo il ricorso della Wind che, due anni fa, si era vista respingere la richiesta di autorizzazione paesaggistica per installare sul campanile un ripetitore composto da tre antenne e una parabola.

La commissione paesaggistica del Comune di Manciano aveva detto no sulla base anche del parere della Soprintendenza ai beni architettonici e paesaggistici e aveva confermato il diniego anche dopo lordine di riesame impartito dal Tar a seguito di unordinanza cautelare emessa pochi mesi dopo la presentazione del ricorso. Il 5 febbraio arrivata la sentenza della prima sezione (collegio dei giudici formato da Paolo Buonvino, Alessandro Cacciari e Pierpaolo Grauso).

La legge regionale 49 del 2011 prevede che gli impianti di telecomunicazione debbano essere installati in via generale in luoghi non edificati. Alloccorrenza, per, non esclude che si possano montare ripetitori anche in aree di interesse storico, monumentale, architettonico e ambientale. In questo caso linstallazione dice la legge consentita con soluzioni tecnologiche tali da mitigare limpatto visivo. Ovvio che i pi gettonati, soprattutto nei paesini medievali che sono lessenza del paesaggio toscano, sono i campanili. Da lass il segnale pu spaziare senza difficolt sul territorio, riuscendo a coprire zone difficili da raggiungere.

La norma regionale, per, non entra nel dettaglio e non stabilisce di preciso cosa si intende per impatto visivo mitigato. La cosa, insomma, lasciata alla discrezionalit di comuni e Soprintendenze.

Sul campanile della chiesa attestata fin dal 1100 ma completamente rifatta nel 1933 c gi limpianto di un altro gestore telefonico. Ma nel caso della richiesta della Wind, la Soprintendenza ha detto no ritenendo che le opere richieste non possano essere mitigate a danno del patrimonio culturale da essa tutelato.

I giudici fiorentini, per, sono di parere opposto. A loro avviso Comune e Soprintendenza hanno negato lautorizzazione senza prendere in esame le caratteristiche concrete dellimpianto e in particolare scrivono nella sentenza (il diniego) trascura di analizzare gli accorgimenti adottati per minimizzare limpatto paesistico ambientale dell'impianto. Per il Tar, insomma, la motivazione non esprime in concreto le ragioni della ritenuta incompatibilit dellintervento, ma si limita a unastratta invocazione dellintegrit materiale e percettiva del monumento, senza chiarire tuttavia perch dovrebbe reputarsi insostenibile l'impatto di un intervento che, normativamente, appare classificabile di lieve entit. Quello del Comune, scrivono ancora i giudici, un rifiuto aprioristico, una posizione preconcetta.

Per questo il Tar ha annullato il provvedimento con cui il Comune ha negato lautorizzazione a installare lantenna. A meno di appello in Consiglio di Stato da parte del Comune o dellavvocatura dello Stato (per conto della Soprintendenza) la Wind potr cos provare a inoltrare di nuovo la richiesta di installare la sua antenna.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news