LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - SIRACUSA. Via Mazzanti, tombe greche nel posteggio
LA SICILIA Mercoled 18 Febbraio 2015



L'associazione Syrakosia: Un parco storico pubblico-privato per ampliare l'offerta turistica


Una necropoli greca a due passi dal posteggio di via Mazzanti, esempio di offerta culturale in abbandono. Nella lista dei beni archeologici minori c' anche la scoperta a due passi da viale Santa Panagia, come evidenzia l'associazione culturale Syrakosia.
Un patrimonio sconosciuto - dice il presidente Antonio Gentile - che potrebbe avere un peso nell'offerta turistica-culturale, ma non solo. Si tratta di una necropoli greco-arcaica del V secolo a. C. rinvenuta durante i lavori per la realizzazione del posteggio di via Mazzanti, nella stessa area sepolcrale su cui si trovava una parte dell'Aeronautica militare. Nella stessa zona su cui stata edificata la Chiesa di Ss. Madre di Dio - dice Gentile - e sulla quale stata realizzata anche la struttura in cemento del parcheggio Mazzati, seppur spostata rispetto al progetto originario. Struttura per la quale il Comune ha gi speso quasi 6milioni di euro e in merito alla quale comunicato, svariate volte, di voler completare l'opera. L'incompiuta era stata anche denunciata dalla trasmissione satirica di mediaset, "Striscia la notizia".
L'area sepolcrale - dice ancora Gentile - venne portata alla luce nei primi anni Sessanta, quando a monte furono costruiti insediamenti di edilizia popolare e, sul finire del secolo scorso, furono avviati studi pi approfonditi. Indagini curate, tra l'altro, anche dall'archeologo Lorenzo Guzzardi, oggi soprintendente di Caltanissetta, che dirigeva la sezione Beni archeologici della SOpRINTENDENZA aretusea. Durante le indagini vennero alla luce corredi funerari ed elementi che hanno permesso di narrare i riti di sepoltura e le usanze legate al passato. Poi nulla pi.
Oggi rincresce tantissimo possedere un tale insediamento - dice il presidente dell'associazione culturale - e lasciarlo nella indifferenza pi totale. Basterebbe poco: anche una semplice segnaletica turistica sarebbe un atto doveroso per la storia che immeritatamente e malamente custodiamo. Cosa si potrebbe fare? Sicuramente bonificare l'area e tenerla diserbata, corredarla di adeguata segnaletica magari con pannelli ad hoc. Sarebbe auspicabile anche creare un sito archeologico, illuminato, che possa diventare una sorta di mix fra parco archeologico e parco pubblico con percorsi obbligati per i visitatori, che avrebbe il vantaggio di riqualificare una zona sottraendola al degrado con attivit compatibili e sempre rispettosi della sua tutela.
Gentile evidenzia come tale proposta possa essere messa in relazione con il posteggio di via Mazzanti, una volta ultimato e aperto al pubblico. Se questo accadesse - dice - la valorizzazione e la fruizione della necropoli sarebbe massima. La notevole estensione della necropoli di Viale Santa Panagia, visibile anche in altri tratti, potrebbe favorire la realizzazione di un sito archeologico urbano inserito all'interno dei percorsi turistici.
Non infatti questo l'unico tesoro del rione Tiche. Poco distante, nell'aiuola spartitraffico di viale Santa Panagia, fanno capolino tombe di et greca
Ancora, fra i resti archeologici del quartiere vi l'area delle mura Dionigiane e il Santuario intitolato alla dea Artemide, in merito al quale non mai stata avanzata alcuna proposta di fruizione. E ancora la Tonnara di Santa Panagia che sarebbe dovuta diventare testimonianza di archeologia industriale in una struttura museale.
Un sito nascosto, del tutto sconosciuto ai turisti ed alla maggior parte dei siracusani, all'interno dell'hotel di via Necropoli Grotticelle. Qui gli scavi archeologici del 1957 per la costruzione dell'albergo e diretti dall'archeologo Vinicio Gentili portarono alla scoperta di una tomba monumentale di et ellenistica, in seguito chiamata "tomba di Agatocle".
Il turista potrebbe cogliere meglio l'importanza di questo suggestivo asse viario se potesse visitare tutte le testimonianze archeologiche che si trovano lungo di esso, magari partendo da un'altra tomba monumentale ellenistiche: la cosiddetta Guglia di Marcello e proseguendo con il santuario di Artemide per arrivare alla tomba di Agatocle.
i. d. b.


18/02/2015

Per foto vedi link qui sotto:

http://giornaleonline.lasicilia.it/GiornaleOnLine/giornale_foto_zoom.php?nome_foto=GONJPG/201502/ALTE/LaISR020042420150218SR.JPEG&id_articolo=2810403&DataPubb=20150218


news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news