LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TORINO - "Quel vagone dei deportati solo pubblicit", i funzionari si schierano col sovrintendente
di ROBERTO ORLANDO
24 febbraio 2015 LA REPUBBLICA


"Quel vagone dei deportati solo pubblicit", i funzionari si schierano col sovrintendenteIl vagone della polemica sistemato davanti a Palazzo Madama

Il caso scoppiato dopo le dichiarazioni del responsabile per i Beni Architettonici del Piemonte che voleva far spostare il vagone posto all'esterno di Palazzo Madama per la mostra su Primo Levi e i 70 anni dalla liberazione di Auschwitz. "E' un baraccone sulla piazza pi aulica di Torino". Era intervenuto il ministro Franceschini: "E' un simbolo, resti l". E intanto Rinaldi, durante la visita del sottosegretario Borletti, impedisce l'ingresso nel Polo Reale alla giornalista di Repubblica che aveva sollevato il caso

Sembra essere senza soluzione la polemica sul vagone dei deportati sistemato davanti a Palazzo Madama, in piazza Castello a Torino, in occasione della mostra dedicata a Primo Levi per la ricorrenza del 70 anninversario della liberazione di Auschwitz. Nella polemica aperta dal sovrintendente per i Beni Architettonici del Piemonte, Luca Rinaldi, con un'intervista a Repubblica Torino, ora intervengono - sia pure con largo ritardo - i funzionari della sovrintentenza stessa. I quali hanno scritto una lettera aperta in segno di solidariet con il dirigente dell'ufficio, Rinaldi appunto, appoggiando in toto il suo diniego allo "stazionamento" davanti a Palazzo Madama del vagone ferroviario, dello stesso tipo di quelli usati per il trasporto degli ebrei deportati verso i campi di sterminio. "Abbiamo assistito - scrivono i colleghi di Rinaldi - al linciaggio mediatico del nostro dirigente, reo solo di aver espresso il parere di competenza su un ambito vincolato, il pi prestigioso peraltro di Torino. Non si comprende nemmeno lo scandalo: la permanenza del "vagone evocativo" stata autorizzata, proprio per la celebrazione della Giorno della Memoria, e correttamente diniegata (come avrebbe fatto ogni Soprintendente in Italia), per i due mesi successivi. Si tratta infatti di una mera trovata pubblicitaria: non un autentico vagone "piombato" delle deportazioni, ma un generico falso che non ha nulla a che fare con la rigorosa mostra su Levi".

Ma sempre oggi, in occasione della visita del Polo Reale da parte del sottosegretario ai Beni Culturali Borletti, lo stesso Rinaldi, forse preoccupato di precipitare nell'esercizio delle sue funzioni in una nuova campagna mediatica, con relativo linciaggio - come direbbero i funzionari della sua sovrintendenza - ha pensato bene di impedire l'ingresso alla giornalista di Repubblica, Marina Paglieri, che lo aveva intervistato sollevando il caso. Il comportamento di Rinaldi sembra insomma ribadire la necessit che avverte lui, nella sua qualit di sovrintendente e con l'appoggio incondizionato di tutti i suoi funzionari, di non tollerare certe presenze in piazza Castello: vagoni o giornalisti che siano.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news