LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Pantalica, pietre a perdere
LA SICILIA Marted 24 Febbraio 2015




E' una corsa contro il tempo per evitare che Pantalica perda il titolo di patrimonio mondiale dell'Unesco. Ieri mattina negli uffici della SOPRINTENDENZA, seduti attorno ad un tavolo c'erano tutti gli enti coinvolti per il recupero e la tutela del sito archeologico e naturalistico.
A sintetizzare il motivo dell'incontro il sindaco di Canicattini, Paolo Amenta. Stiamo facendo delle riunioni per evitare qualsiasi tipo di rischio di perdere il riconoscimento Unesco di Pantalica.
Il motivo del pericolo da ricercarsi nell'indolenza di chi ha fatto poco e tardivamente per preservare ci che la storia e la natura ci consegna.
C' stato - dice il sindaco di Canicattini - un problema di comunicazione al ministero dei Beni Culturali, sugli interventi che dal 2007 ad oggi abbiamo fatto sul sito. Durante questi incontri, raccogliamo tutta la documentazione da spedire al ministero perch ogni anno, questi riconoscimenti vanno aggiornati e ultimamente questo aspetto fondamentale stato trascurato. E adesso si cerca di recuperare. C' da dimostrare - dice Amenta - che siamo in grado di preservare l'area, di riqualificarla e di programmare interventi migliorativi per la fruizione del sito. In questo senso, sono stati presentati gi parecchi progetti che dovrebbero essere finanziati con i fondi 2014-2020. Uno dei lavori principali quello dei collegamenti al sito e dentro la stessa area di Pantalica. Su questo versante oggi pi che mai, occorre fare rete. In sinergia - dice Amenta - con la Guardia Forestale, abbiamo presentato il progetto per il trenino interno a Pantalica. Ma non basta. Bisogna collegare il sito archeologico alla costa. Per questo non si pu agire da soli, ma c' bisogno del coinvolgimento di tutti i comuni e gli enti interessati. In questo inizio di 2015 le parole che sembrano essere pi utilizzate sembrano appunto "collegamenti" e "sinergia". Con la prima stanno venendo a galla tutti i problemi infrastrutturali di una parte di Sicilia che non ci sta pi ad essere l'ultima della classe. C' la protesta dei pendolari dei treni, l'aeroporto di Comiso chiede pi voli e i comuni del Siracusano stanno pensando ad un autobus turistico fra le citt. Sul versante della promozione turistica si sta assistendo alla sinergia fra Siracusa, Avola e Noto. La stessa sinergia che Amenta adesso chiede ai comuni di Ferla, Buccheri e Canicattini. Ad esser positivi pare che qualcosa di buono stia nascendo. Nessuno vuole rimanere indietro. Pantalica, cos come Vendicari, Cavagrande, il Teatro Greco, la Cattedrale di Noto o il Plemmirio, non fanno parte dell'identit di una singola citt. Forse si sta cominciando a capire che fare rete, sistema e unire le forze conviene a tutti.
Francesco Midolo


24/02/2015



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news