LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Siracusa, una bella donna che stata sfregiata
di Seby Spicuglia
, La Sicilia (ed. Siracusa), 26 feb. 2015


Siracusa come una donna bellissima, alla quale per hanno tagliato il naso e le orecchie. definitivo il giudizio del sovrintendente emerito di Siracusa, Giuseppe Voza, archeologo e direttore dell' ente che si affaccia su piazza Duomo dal 1979 al 2004. Mentre in citt si torna a dibattere dei passi compiuti nel campo della tutela del territorio, e sul peso specifico di vittorie e sconfitte, lui si appassiona con la verve di un innamorato travolto dall' anima del posto, nonostante gli sfregi che la cementificazione e la disattenzione hanno lasciato sulla pelle di Siracusa.
Le regole e le leggi perch il patrimonio paesaggistico venga tutelato ci sono - spiega - e sono i vincoli. Ma questa una citt particolare e impegnativa: sempre cresciuta su se stessa. I suoi stessi connotati fisici l' hanno messa in condizione di vederseli alterare. E i suoi abitanti, in questo senso, come potrebbero riconoscerla e identificarvisi? L' alterazione dei valori della tutela, secondo Voza, porta alla perdita dell' identit stessa dei cittadini. A Siracusa si sempre costruito - ammette il sovrintendente emerito - ma oggi le proporzioni sono squilibrate: si sta aumentando al massimo la distruzione dei connotati. Due grandi opere del passato, per Voza, rappresentano l' esempio di costruzioni che non hanno alterato n il profilo del territorio n la sua morfologia: le mura dionigiane per l' et antica, e le mura spagnole per quella moderna. Queste ultime, intorno ad Ortigia, seguono attentamente l' andamento della costa, rispettandola. L' identit, l' identificazione tra territorio ed abitanti, in quei casi stato mantenuto. E oggi, professore? La risposta di truculenta verit: Oggi? Prenda il passeggio Talete. Ha di fatto "tagliato il naso" ad Ortigia. La bellezza secolare della citt, nella visione di Voza, corrisponde al viso di una signora bellissima che nei secoli invecchiata nel modo giusto, e che poi ha subito troppi interventi indesiderati di chirurgia plastica dissennata. Il porto grande un esempio di questo. Una rada grandissima, il cui contorno era apprezzabile dal Plemmirio fino ad Ortigia, adesso non pi riconoscibile. Una perdita enorme. Voza sa di cosa parla, in quanto il porto di Siracusa fu il primo d' Italia ad essere vincolato. Poi le cose sono andate in maniera diversa. Come si pu mitigare questa mutazione? Basterebbe poco. Le leggi e le norme esistono, serve applicarle. Ma dico di pi: sarebbe sufficiente attenersi all' articolo 9 della Costituzione, che tutela il paesaggio e il patrimonio storico. E' un dovere istituzionale al quale bisogna badare. Bisogna fare tutela attiva. Gli antichi lo sapevano fare. Noi no. Voza si lascia andare al ricordo degli sguardi che dalla Sovrintendenza lanciava a piazza Duomo, mi ristoravano l' animo.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news