LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - PIANO PAESAGGISTICO. Le imprese lapidee: "Non siamo barbari, Carandini chieda scusa"
24 febbraio 2015 LA REPUBBLICA



LE AZIENDE APUANE RISPONDONO ALLE CRITICHE DEL PRESIDENTE DEL FAI

I lavoratori del marmo pronti a scendere in piazza per difendere i loro diritti "Le minacce di dimissioni sono una cantilena ormai giunta al limite del ridicolo"

BARBARI noi come quelli che hanno devastato la Barcaccia del Bernini a Roma? Il presidente del Fai Andrea Carandini chieda scusa agli oltre diecimila lavoratori che ha insultato. Il coordinamento delle imprese lapidee apuo-versiliesi non l'ha digerita. Senza tante giri di parole definisce inaccettabile la lettera che il Fai ha inviato al premier Renzi. E a scanso di equivoci annuncia fin d'ora: I lavoratori del marmo sono pronti a scendere in piazza per difendere i propri diritti. Diritti che sono venuti meno gi in diverse realt produttive, dopo l'adozione del Piano paesaggistico.

Lo scontro politico lascia il posto ad uno scontro economico e sociale. Che gli imprenditori lapidei, denunciando di essere stati penalizzati dal Piano di luglio, concentrano sull'assessore Anna Marson, che quel Piano l'ha scritto: Nelle sue esternazioni induce alla denigrazione i lavoratori e gli imprenditori, dichiarandoli vittime delle lobbies del marmo. Insulta il Pd dinumero chiarando che sotto scacco del partito del cemento, dicono. Ma un assessore non pu dichiarare suo' un piano che penalizza e decapita oltre diecimila posti di lavoro. E la minaccia delle dimissioni di Marson, quaartigiana lora il suo' piano venga toccato, una cantilena che riempie le pagine dei giornali ed ormai ai limiti del ridicolo, aggiungono le imprese del marmo. Decise a dar battaglia ovunque.

Un Piano che riguarda un cos cospicuo di cittadini dei cittadini stessi. Non solo di un singolo rappresentante politico, perch un assessore regionale non pu permettersi di divenire paladina di interessi che non tengano conto della realt effettiva, dicono gli imprenditori alla responsabile urbanistica di Rossi. Ringraziando invece Rossi, il segretario dem Parrini, i consiglieri regionali e provinciali, i sindaci e le associazioni sindacali e di categoria che, con le loro posizioni basate sul buon senso e sulla loro capacit di ascolto, stanno invece promuovendo una politica volta a salvaguardare gli interessi di tutti.

Del resto, l'associazione dei Comuni rivendica proprio questo: Le modifiche al Piano sono state portate anche e soprattutto ascoltando i sindaci. E le polemiche di questi giorni mi sembrano gratuite e fuorvianti, dice la presidente toscana dell'Anci Sara Biagiotti. I sindaci sono i primi a voler garantire l'ambiente, coniugato per alla crescita sostenibile, allo sviluppo del lavoro, altrimenti si rischia di imbalsamare e impoverire la nostra terra, aggiunge Biagiotti. Mentre l'ex deputato 5 Stelle Samuele Segoni si scaglia contro un modello di sviluppo che mette in pericolo il paesaggio toscano. (m. v.)



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news